Polenta incatenata

Polenta incatenata
Secondi Piatti
Secondi Piatti PT0M PT100M PT100M
  • 4 persone
  • Facile
  • 100 minuti
Ingredienti:
  • 500 g di farina di granturco
  • 40 g di Burro Santa Lucia Galbani
  • 300 g di fagioli borlotti freschi
  • 200 g di cavolo nero
  • olio extravergine d'oliva
  • sale q.b.

presentazione:

La polenta incatenata è un piatto tipico della Lunigiana, dove viene preparata da tempi antichissimi. Questa è infatti una preparazione di origine contadina che ancora viene portata avanti e tramandata all'interno delle famiglie di questa zona. In questa pagina ve ne presentiamo la ricetta base, con pochi e semplici ingredienti. La particolarità principale di questo piatto sta nell'utilizzo per la preparazione della polenta, non della classica farina di mais, quanto di quella più fine di granoturco.

In questo modo, non andrete ad ottenere la classica polenta cremosa, quanto piuttosto una specie di minestra che andremo ad insaporire con il nostro Burro Santa Lucia. Insieme alla polenta andremo a cuocere anche i fagioli borlotti e il cavolo nero. Potrete utilizzare anche i fagioli congelati e in questo modo non avrete bisogno di lasciarli in ammollo per una notte.

Servite la polenta incatenata alla vostra famiglia e ai vostri amici e riscoprite un piatto dal sapore antico.
 

Preparazione:

Iniziate la preparazione della vostra polenta incatenata mettendo cuocere i fagioli freschi in acqua bollente e salata per circa 20 minuti.

Nel frattempo lavate il cavolo nero e tagliatelo a striscioline.

Aggiungetelo ai fagioli e proseguite la cottura per altri 30 minuti.

Ora versate a pioggia la farina e cuocete per 45 minuti.

Terminata la cottura, versate il Burro Santa Lucia in pentola e mescolate finché non si sarà sciolto.

Servite la vostra polenta incatenata con un filo di olio extravergine d'oliva.



I vostri commenti alla ricetta: Polenta incatenata

Lascia un commento

Massimo 250 battute