Pizzoccheri alla valtellinese

Pizzoccheri alla valtellinese
Primi Piatti
Primi Piatti PT25M PT115M PT140M
  • 8 persone
  • Media
  • 140 minuti
Ingredienti:
  • 150 g di farina di grano saraceno
  • 75 g di farina bianca
  • 2 cucchiai di latte
  • 1 uova intero
  • 1 patata grossa tagliata a fette
  • 400 g di cavolo verza
  • 1 grossa cipolla affettata sottilmente
  • 4 foglie di salvia
  • 70 g di Burro Santa Lucia
  • 200 g di formaggio della Valtellina
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • 1 spicchio d'aglio tagliato a fettine sottili
  • sale
  • pepe

presentazione:

I pizzoccheri sono una pasta regionale lombarda, un piatto che si contraddistingue per il sapore sfizioso.

Noi ve li presentiamo nella loro ricetta tipica; quella che ha fatto la fortuna di questo piatto gustosissimo: i pizzoccheri alla valtellinese.

Bolliti insieme a patate e verze o a coste di bieta tagliate, questi preparati deliziosi si condiscono poi con un formaggio valtellinese, il Casera (o Costera) o il Bitto, con il grana o il parmigiano grattugiato e con il burro.

Preparazione:

Il piatto che servirete sulla vostra tavola è un primo appetitoso, una preparazione dai sapori sapientemente combinati; una vera leccornia! Ecco come cucinare i pizzoccheri alla valtellinese.

  1. 1. Per preparare la ricetta dei pizzoccheri alla valtellinese pulite e lavate prima di tutto il cavolo verza, dopodiché procedete a tagliarlo a striscioline.
  2. 2. Quindi mettete le due farine, il sale, il pepe, l'uovo e il latte sul piano di lavoro. Impastate il tutto con le mani, aggiungendo, se necessario, poca acqua per volta. Tenete presente, però, che l'impasto dovrà risultare ben sodo. A operazione conclusa, avvolgete il panetto di pasta in un tovagliolo e lasciatelo riposare per mezz'ora circa.
  3. 3. Trascorso il tempo indicato, con l'ausilio del matterello stendete la pasta in modo da ottenere una sfoglia non troppo sottile, che andrete dunque a tagliare a fettuccine larghe un dito e lunghe 5 centimetri.
  4. 4. A questo punto mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata. Quindi fate cuocere lentamente al suo interno, per 20 minuti o poco più, la verza e la patata. Quando le verdure risulteranno cotte aggiungete all'acqua la pasta preparata in precedenza. Dunque fatela cuocere per 5 minuti, di modo che rimanga molto al dente.
  5. 5. Nel frattempo, in un tegamino fate appassire in 50 g di Burro Santa Lucia la cipolla precedentemente affettata. Badate a non farla colorire troppo. A questo punto scolate la pasta e le verdure e aggiungeteci la cipolla appena rosolata. Rigirate per bene il composto e tenete la preparazione in caldo. Intanto, fate rosolare nel burro rimasto l'aglio e la salvia.
  6. 6. Concludete i vostri pizzoccheri mettendone una parte in una zuppiera ben calda insieme alle verdure. Cospargeteli con il burro rosolato e insaporiteli con la salvia e l'aglio, il parmigiano grattugiato e il formaggio della Valtellina affettato. Proseguite gli strati fino a esaurimento degli ingredienti. Servite i pizzoccheri alla valtellinese molto caldi.

Varianti:

Per cucinare i pizzoccheri senza verza, potrete impiegare degli spinaci o le coste. In questo caso, dovrete cuocere i pizzoccheri in pentola insieme alle verdure prescelte, quindi versare il tutto in una teglia da forno e condire a piacere con formaggio grattugiato, burro e formaggio valtellinese.

Per realizzare la ricetta dei pizzoccheri estivi potrete condirli anche con i fagiolini e le bietole.

Per quanto riguarda i formaggi, si possono utilizzare anche la fontina, il Bitto e il Casera D.O.P., un formaggio vaccino della Valtellina, con cui si condiscono i pizzoccheri valtellinesi.

Consigli:

Potrete servire i pizzoccheri come gustoso primo piatto oppure come piatto unico.

La preparazione dei pizzoccheri prevede due passaggi fondamentali: la stesura dell’impasto e la cottura del condimento.

Vi consigliamo di stendere la pasta con il mattarello realizzando uno spessore di 2-3 millimetri. Dopodiché sarà necessario creare delle strisce non troppo lunghe.

Lavorate l’impasto in luogo asciutto e poco ventilato, per evitare che la sfoglia possa seccarsi.

Una volta realizzata la pasta, sarà il turno delle verdure, che devono essere portate a cottura in acqua (l'acqua deve essere rigorosamente salata); poi si uniscono i pizzoccheri.

Per la versione dei pizzoccheri al forno, dopo 10 minuti circa, con l'aiuto di una schiumarola si devono raccogliere i pizzoccheri per poi versarli in una teglia bella calda e cospargerli di grana grattugiato e di Casera a scaglie.

Si procede quindi creando diversi strati, che verranno ulteriormente insaporiti da un condimento di burro fuso e spicchi d’aglio e poi ripassati in forno a 180° per 10 minuti.

Questo primo piatto dovrà essere servito rigorosamente caldo e senza essere mescolato.


Curiosità:

Cosa sono i pizzoccheri? Il pizzocchero è una pasta valtellinese fatta per lo più in casa che oggi viene prodotta anche industrialmente.

In suo onore è stata fondata anche un'Accademia: l'Accademia del pizzocchero di Teglio.

La loro forma è simile a quella delle tagliatelle, ma rispetto a queste ultime essi risultano essere più spessi e più corti. Con questo nome vengono chiamati anche gli gnocchetti della Valchiavenna i quali, tuttavia, hanno una forma e una consistenza più simile agli gnocchi.

Si tratta di una pasta composta da farina di frumento alla quale si aggiungono piccole quantità di farina di grano saraceno. Quest'ultima è quella che conferisce ai pizzoccheri il colore e la consistenza che la caratterizzano.

Questi preparati vengono conditi tradizionalmente con il Valtellina Casera, denominato anche formaggio di latteria.

Altre ricette per completare il vostro menù valtellinese? Gli involtini di bresaola (tipica di quella zona), gli involtini di verza e il tipico ossobuco alla milanese.

I vostri commenti alla ricetta: Pizzoccheri alla valtellinese

Lascia un commento

Massimo 250 battute