Pastiera napoletana con ricotta

Dessert
Dessert PT60M PT60M PT120M
  • 10 persone
  • Media
  • 120 minuti
Ingredienti:
  • 2 confezioni di pasta frolla
  • 30g di Burro Santa Lucia
  • 250g di grano cotto
  • 200g di zucchero
  • 200g di latte
  • 1 cucchiaino di vaniglia
  • 2 uova intere e 2 tuorli
  • 350g di Ricotta Santa Lucia
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 50g di arancia candita
  • 50g di cedro candito
  • 25g di acqua di fiori d'arancio
  • la scorza grattugiata di un limone
  • zucchero a velo

presentazione:

La pastiera napoletana è una torta di pasta frolla friabile e dal profumo intenso, che racchiude una farcia di colore giallo crema, fatta di ricotta, frutta candita, zucchero, uova, grano ammollato e aromatizzato con cannella, acqua fior d'arancio, vaniglia e buccia grattugiata di limone.

Preparazione:

A fare da padroni di casa nel nostro dolce napoletano sono la pasta frolla realizzata con il Burro Santa Lucia e l'impasto realizzato con la Ricotta Santa Lucia in unione con grano e canditi.

  1. 1. Per preparare la pastiera napoletana dovrete prima di tutto mettere il grano precotto in una pentola insieme al latte, al Burro Santa Lucia a pezzetti e alla scorza del limone. Dopodiché fate cuocere il tutto a fuoco lento mescolando continuamente fino a ottenere un composto denso. A questo punto versate il composto ottenuto in una capiente terrina, fatelo riposare e lasciatelo raffreddare.
  2. 2. Nel frattempo, in un'altra ciotola, lavorate le uova con lo zucchero, la Ricotta Santa Lucia, l’acqua di fiori d’arancio, la vaniglia e la cannella, fino a ottenere un composto un po' liquido e senza grumi.
  3. 3. Ora dedicatevi a stendere la pasta avendo cura di metterne da parte una piccola quantità, un terzo circa. Quindi, infarinato il piano da lavoro, con l'aiuto di un matterello stendete la frolla dandole la forma di un cerchio dello stesso diametro della tortiera. Una volta che avrete steso la pasta disponetela sulla teglia precedentemente imburrata sistemandola in modo da ottenere dei bordi alti.
  4. 4. Proseguite la preparazione unendo il composto di grano tiepido alla farcia di ricotta, e aggiungete a questo punto anche la frutta candita infarinata. A operazione terminata, versate la crema dentro il guscio di pasta frolla senza superarne i bordi.
  5. 5. Concludete il dolce stendendo in lungo nel piano di lavoro cosparso di farina la pasta frolla tenuta da parte, e ricavandone delle strisce di 2 centimetri di larghezza che andrete poi ad adagiare sopra la torta formando un disegno a losanghe.
  6. 6. Infornatela a 180° per 45 minuti. A cottura raggiunta, sfornate il dolce. Una volta sfornato, lasciate raffreddare il dolce per 2 ore. Prima di servire la pastiera cospargetela di abbondante zucchero a velo.

Varianti:

Ogni famiglia ha la propria versione della pastiera, per cui possono esistere tante varianti.

Potrete preparare la farcitura della pastiera napoletana anche senza ricotta, con grano, latte, uova, farina, zucchero e aromi a piacere.

Al posto del grano può essere utilizzato anche il riso, cotto nell'acqua e nel latte e aromatizzato poi con cannella e buccia d'arancia. Per rendere il ripieno più cremoso, potrete frullare parte del grano cotto (o del riso) e mescolare il tutto con della crema pasticcera.

Una golosa variante della classica ricetta è la pastiera alle nocciole e cacao: aggiungete agli ingredienti della pasta frolla del cacao, della pasta e della farina di nocciole. Inoltre, completate il ripieno con delle gocce di cioccolato fondente.

Se gradite un aroma diverso, potrete aggiungere alla base della farina di mandorle.

Per un picnic o per uno sfizioso antipasto, potrete preparare anche la pastiera napoletana salata. Questa variante è composta da una pasta frolla salata ed è farcita con crema di ricotta, grana, pecorino e salumi a piacere.

Consigli:

Per la pastiera napoletana potrete acquistare il grano in barattolo, già cotto, oppure potrete preparalo voi stessi, ammollandolo in una ciotola con dell’acqua e un pizzico di sale.

Per rendere il ripieno più uniforme e omogeneo, potrete frullare il grano cotto prima di aggiungerlo agli altri ingredienti.

Anche i canditi possono essere frullati, omessi o sostituiti con uguale dose di gocce di cioccolato.

La frolla può essere impastata con le vostre mani, proprio come per le classiche crostate, con farina, zucchero, tuorli, buccia di limone grattugiata, burro o strutto. Se siete alle prime armi, amalgamate gli ingredienti dapprima in una ciotola, poi su una spianatoia. Lavorate il composto velocemente, altrimenti il burro si riscalderà troppo rendendo il guscio di frolla, in cottura, duro ed eccessivamente croccante. Avvolgete il panetto nella pellicola e fatelo riposare per circa mezz’ora.

Per quanto riguarda il ripieno, questo deve essere bello asciutto: per questo vi consigliamo di far scolare la Ricotta Santa Lucia in un colino.

Se in cottura la superficie dovesse scurirsi troppo, copritela con un foglio di alluminio.

Una volta sfornato il dolce, lasciatelo raffreddare prima nello stampo, poi trasferitelo su una gratella. Più tempo lo lascerete riposare, meglio si amalgameranno i sapori e gli aromi!


Curiosità:

La pastiera napoletana è il dolce che rappresenta, insieme alla pizza napoletana, l'emblema della cucina della città partenopea, ovvero il simbolo di Napoli.

Si tratta di un dolce dalle origini molto antiche: la preparazione, infatti, è un dessert tipico della primavera che probabilmente ha le sue origini nelle feste pagane.

Questa torta napoletana classica si consuma solitamente nel periodo pasquale, insieme ad altre specialità della pasticceria come il casatiello.

Un'occasione importante, dunque, in cui la scelta delle pietanze deve celebrare al meglio la ricorrenza.

In un tripudio di profumo, sapori e aromi, questa classica ricetta pasquale diventerà la sovrana incontrastata della vostra cucina.


I vostri commenti alla ricetta: Pastiera napoletana con ricotta

annaspa
Buonissima!
CUCUCU
Già fatta ed è veramente squisita. ..
mammapalla
buonissma è la tradizione della nostra città.
gabryela
Buonissima !!!
vallelata
dolce eccezionale , ricetta molto ben illustrata.mi metto subito all'opera e ne faccio una scorpacciata, ciao.
mabge
Se ne avanza devo conservarla in frigorifero o no? Grazie Cordiali saluti
guseppe71
assolutamente da provare,poi farò sapere se mi è piaciuta
hfulberto67338
sembra buona la provo e poi vi riferisco
Katha
buonissima
mammamaria
brava finizia 1 con la crema pasticciera è ottima e se la ricotta con lo zucchero la lavori il giorno prima e la lasci in frigo è ancora più buona
finizia1
per la ricetta della pastiere va quasi tutto bene ma io la integro con la crema pasticcera e lavoro la ricotta solo con lo zucchero è ancora piu morbida e piu buonma
genoveffascapin
deve essere buona ???... proverò a farlo e poi vi sapro dire!!!...
mina1985
confermo la squisitezza e la delicatezza della pastiera fatta con la ricotta santa lucia galbani!anche quest'anno non mancherà tra gli ingredienti necessari alla sua preparazione:D

Lascia un commento

Massimo 250 battute