Pandolce genovese

Pandolce genovese
Dessert
Dessert PT50M PT70M PT120M
  • 4 persone
  • Media
  • 120 minuti
Ingredienti:
  • 1 kg di farina
  • 75 g di lievito di birra diluito in ½ tazza d'acqua tiepida dolcificata con un po' di zucchero
  • 75 g di zucchero a velo
  • 150 di Burro Santa Lucia Galbani
  • ½ bicchierino di Marsala secco
  • ½ cucchiaino di acqua fior d'arancio
  • 25 g di uva passa ammorbidita per 15 minuti in acqua tiepida
  • 15 g di pistacchi
  • 20 g di pinoli leggermente tostati
  • 5 g di semi d'anice

presentazione:

Il pandolce genovese è una ricetta tipica della tradizione gastronomica ligure.
È un dolce profumatissimo, ricco e molto buono, che per tradizione viene servito durante le festività natalizie.

Un lievitato, il protagonista odierno della vostra cucina, che si può trovare sia nella forma tradizionale, alta e ben lievitata, sia in quella più recente, bassa e compatta.
Il dolce ha un sapore carico, che si mantiene fresco anche per un mese intero.

Realizzato impiegando il Burro Santa Lucia, questo dolce si presenta simile a un pane e ha un profumo irresistibilmente goloso.
Una ricetta un po' lunga per una preparazione, però, davvero sorprendente.

Preparazione:

Per realizzare il pandolce genovese dovete prima di tutto disporre a fontana sulla spianatoia 750 g di farina.
Formate un buco al centro e versateci l'acqua con il lievito sciolto.
Quindi impastate la parte liquida con la farina fino ad ottenere una pasta piuttosto dura.
Ora mettete l’impasto dentro una ciotola infarinata e copritelo con un foglio di carta da forno.
Lasciatelo riposare in un ambiente caldo coperto con una coperta di lana per 2 ore e mezzo circa.

Trascorso il tempo indicato, riprendete in mano la pasta e impastatela nuovamente, aggiungendoci la farina rimasta, un po' di acqua tiepida, lo zucchero, il Burro Santa Lucia fuso, il Marsala e l'acqua di fior d'arancio.
Amalgamate tutti ingredienti e lavorate l'impasto con buona lena.
Quando l'impastato sarà omogeneo, uniteci anche l'uva passa infarinata, i pistacchi tritati grossolanamente, i pinoli e i semi d'anice.
Impastate ancora bene il tutto in modo da ottenere una pasta soffice e uniforme. Ottenuta una pasta della consistenza desiderata, dategli la forma di una grossa pagnotta rotonda, piuttosto bassa.

Ad operazione conclusa, coprite il vostro pandolce e fatelo lievitare per 1 ora e mezzo in ambiante caldo.
Il dolce sarà lievitato quando sarà raddoppiato di volume.
A lievitazione raggiunta, formate con la punta di un coltello affilato una croce al centro del vostro impasto.

Concludete la preparazione trasferendo il lievitato in una teglia rivestita con carta da forno e infornandolo in forno preriscaldato a 190° per circa 50 minuti circa.
Consumate il pandolce genovese dopo 2-3 giorni, il tempo necessario per farlo ammorbidire.

Questa ricetta appartiene anche a:

Liguria Invernali Forno Natale Classiche Dolce Dessert Autunno Primaverili

I vostri commenti alla ricetta: Pandolce genovese

Lascia un commento

Massimo 250 battute