Crostata con crema di limone

Dessert
Dessert PT35M PT25M PT60M
  • 4 persone
  • Media
  • 60 minuti
Ingredienti:
Per la base:

  • 1 confezione di pasta sfoglia
  • 2 uova
  • 200 g di zucchero
  • 3 limoni non trattati (scorza e succo)
  • 250 g di Ricotta Santa Lucia Galbani
  • 50 g di mandorle in polvere

Per la finitura:

  • zucchero a velo

presentazione:

In questa ricetta una crema deliziosa, realizzata con una ricotta soffice e morbida, viene accolta da uno scrigno di pasta sfoglia dando vita a un dolce dal gusto insuperabile: la crostata con crema al limone. Una ricetta golosa per un dolce al forno fantasioso, aromatizzato con il succo e le scorze dei limoni.

Con il gusto complice della Ricotta Santa Lucia, questo dolce riuscirà a conquistare tutti fin dal primo morso, anche i vostri ospiti dai gusti più difficili.

Preparazione:

La crostata che vi proponiamo in questo spazio è perfetta per coloro che non vogliono rinunciare al dolce neanche d'estate. Semplice, veloce e divertente da realizzare, questa torta dal profumo mediterraneo e intenso è adatta a ogni stagione, ma anche perfetta da presentare nelle occasioni più importanti.

  1. 1. Per realizzare la crostata con crema al limone dovete prima di tutto scaldare il forno a 200°. Dopodiché srotolate la pasta sfoglia. Quindi, foderate una tortiera usando direttamente la carta in cui è avvolta la pasta. Una volta che la pasta sarà ben sistemata, procedete a bucherellarne il fondo con l'ausilio dei rebbi di una forchetta.
  2. 2. Lavate e asciugate i limoni. Quindi, prelevatene la scorza con l'ausilio di un coltellino affilato e spremeteli. Una volta spremuti, procedete a tagliare le scorze in sottili lamelle. Dopodiché, mettetele in una piccola casseruola, copritele d'acqua e portatele a bollore. Fatele dunque bollire per 1 minuto. Trascorso il tempo indicato, sgocciolatele su carta assorbente da cucina di modo che asciughino ben bene.
  3. 3. A operazione terminata, prendete una ciotola e, muniti di frusta elettrica, montate le uova insieme allo zucchero fino a ottenere un composto spumoso. Unite anche metà delle scorze di limone, le mandorle in polvere, il succo del limone e la Ricotta Santa Lucia setacciata. Quindi, battete il preparato con molta delicatezza.
  4. 4. Quando il tutto sarà ben amalgamato, versate la crema dentro la pasta sfoglia, pareggiatene la superficie e aggiungeteci le scorze rimaste.
  5. 5. Concludete la vostra crostata con crema di limone cuocendola in forno preriscaldato per 35 minuti. A fine cottura sfornate il dolce, sformatelo e lasciatelo raffreddare. Una volta freddo cospargetelo di zucchero a velo.

Varianti:

Per una piccola variante al fine di insaporire la crema di limone per la vostra crostata, potrete aggiungere dello zenzero grattugiato.
Inoltre, potrete rendere la consistenza del ripieno più corposa aggiungendo alla ricotta anche della panna montata o qualche cucchiaio di mascarpone.
La crema di limoni ben si sposa anche con quella al cioccolato bianco.
Per renderla più corposa, potrete facilmente trasformarla in una crema pasticcera: mettete la scorza in un pentolino insieme al latte. Nel frattempo lavorate i tuorli con lo zucchero semolato e aggiungete la farina setacciata e la fecola. A poco a poco unite il latte. Filtrate il composto e mettetelo sul fuoco finché non si sarà addensato. Prima di utilizzarla, fate raffreddare la crema in frigo, coperta con la pellicola.

Aggiungendo alla crema qualche cucchiaio di liquore, potrete realizzare una crostata con crema al limoncello.
Per realizzare invece la crostata di mele con crema al limone, vi basterà decorare la superficie con le fettine di mela. Questa delizia viene infine spolverizzata con zucchero a velo, creando un gusto ancora più delicato.

Per quanto riguarda la base, potrete anche impiegare della pasta frolla già pronta o fatta in casa.

Consigli:

Sia la pasta sfoglia che quella frolla sono entrambe basi ideali per la nostra crostata. La prima è sicuramente più impegnativa da realizzare in casa, dato che richiede un attento dosaggio degli ingredienti e diverse fasi di preparazione, mentre la frolla necessita di meno tempo.

Per la pasta sfoglia dovrete, innanzitutto, assicurarvi che sia gli ingredienti che gli strumenti siano freddi: lavorate in una planetaria farina, acqua e sale, fino ad ottenere un impasto piuttosto elastico. Fate riposare questo primo preparato per una mezz'ora e, nel frattempo, lavorate il burro con la farina e ricavatene un panetto. Mettetelo nella parte bassa del frigo per una mezz'ora.

Ora dovrete mettere i due impasti uno sopra all'altro: ripiegate i lembi del primo (quello di farina, acqua e sale) in modo da coprire il secondo a mo' di scatola, giratelo e cominciate a stendere la sfoglia con il mattarello.

Ora piegate i due lati corti verso l'interno e chiudete la sfoglia a mo' di libro. Copritela con la pellicola e mettetela in frigo per mezz'ora. Dovrete ripetere questa operazione di piegatura e lavorazione con il mattarello per almeno due volte. Per capire se la sfoglia sta venendo bene, passateci una mano sopra: se risulta liscia, allora l'impasto è stato steso e piegato correttamente.

Uova, burro, farina (00 o di mandorle), zucchero, scorza di limone grattugiata e un pizzico di sale sono, invece, gli ingredienti principali per preparare in casa la pasta frolla (l’aggiunta di mezzo cucchiaino di lievito permetterà di ottenere un impasto più gonfio).

Per questa preparazione è importante che il burro sia freddo: perciò vi consigliamo di non lavorare per troppo tempo l’impasto con le mani in modo da non scioglierlo troppo.

Se siete alle prime armi, cominciate a lavorare gli ingredienti in una ciotola e, una volta che li avrete compattati, trasferitevi su una spianatoia. Se gli ingredienti non dovessero amalgamarsi, potrete aiutarvi con dell’acqua fredda.

Infine, avvolgete il panetto nella pellicola trasparente e fatelo riposare in frigorifero per 30 minuti. Trascorso questo tempo, stendete la frolla mettendola tra due fogli di carta forno e aiutandovi con un mattarello. Potrete conservare qualche pezzo di impasto per la decorazione finale.

Sia che scegliate la base di pasta sfoglia che di frolla, prediligete uno stampo dai bordi alti, in modo tale da poter ripiegare i bordi della pasta verso l’interno e mettetelo in forno sulla gratella (non sulla teglia). Se in cottura la superficie dovesse diventare dorata, copritela con della stagnola in modo da non farla bruciare.

Dopo aver sfornato la crostata potrete guarnirla con delle gocce di cioccolato bianco, dei pinoli oppure delle fettine di limone tagliate sottilissime: disponetele a raggiera al centro in modo da formare un fiore.

Dopo aver fatto la crostata vi avanza un po’ di crema al limone? Niente paura, potrete facilmente riutilizzarla per farcire bignè, biscotti o Pan di Spagna. È ottima anche gustata al cucchiaio, magari con delle lingue di gatto.


Curiosità:

La crostata è uno dei dolci italiani più tipici della pasticceria casalinga. Si tratta di un semplice guscio (solitamente) di pasta frolla farcito con svariati ripieni: tra i più consueti ci sono la crema di nocciole, la marmellata di fragole e la ricotta.

Varianti di questa ricetta sono presenti in tutta Europa e in Italia a livello regionale, come la pastiera napoletana, versione più elaborata di una crostata o come la crostata con pasta sfoglia appena presentata in questa pagina.

Ideale per colazione o per una buona merenda, la crostata piace a tutti, grandi e piccini*. Per cui perché non provare anche altre ricette? Provate quella con ricotta, con fragole e quella classica di marmellata.

* sopra i 3 anni

I vostri commenti alla ricetta: Crostata con crema di limone

Lascia un commento

Massimo 250 battute