Gnocco fritto e stracchino

Antipasti
Antipasti PT5M PT20M PT25M
  • 4 persone
  • Media
  • 25 minuti
Ingredienti:
  • 400 g di farina
  • 20 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaio colmo di strutto morbido
  • olio di oliva o di arachide (o strutto come vuole la tradizione locale)
  • 1 confezione di Certosa Antica Ricetta Galbani
  • sale

presentazione:

Vi parliamo dello gnocco fritto: un prodotto alimentare tipico della gastronomia dell'Emilia Romagna, nonché una delle preparazioni culinarie più conosciute di questa regione.
Un alimento che viene consumato sia come cibo da asporto, sia come pasto da degustare assieme agli affettati e ai formaggi spalmabili.

Delicatamente fragrante, questa pietanza, che si presenta al palato saporita e golosa, dorata fuori e morbida dentro, pare abbia origini longobarde.
Per preparare questo piatto salato vi saranno necessari pochissimi ingredienti, un pizzico di pazienza e dei buoni consigli guida, esattamente quelli che troverete in questa pagina.

In questa speciale ricetta questo prelibato piatto è accompagnato da un formaggio molle: la Certosa Antica Ricetta.
Il risultato? A dir poco strepitoso.

Preparazione:

Per la realizzazione dello gnocco fritto dovete prima di tutto sciogliere il lievito in mezzo bicchiere d'acqua tiepida, dopodiché setacciate la farina sulla spianatoia, create la fontana e mettete al centro il lievito, un cucchiaio di strutto (se ne avete) e un pizzico di sale.
A questo punto, impastate il tutto e quando l'impasto risulterà troppo duro aggiungete qualche cucchiaio di acqua tiepida.
Quindi, lavorate energicamente la pasta fino ad ottenere un impasto ben liscio ed elastico.
Per capire la giusta consistenza, dovete prendere come punto di riferimento quella della comune pasta da pane.

Quando la pasta sarà pronta, raccoglietela a palla, mettetela in una ciotola e copritela con un canovaccio piegato in quattro.
Dunque, mettete la ciotola in un luogo tiepido e lasciatela lievitare per un paio d'ore, fino a quando sarà raddoppiata di volume.
Quando la pasta sarà ben lievitata, stendetela con l'ausilio del mattarello fino a formare uno spessore di circa mezzo centimetro.
Ad operazione conclusa, tagliate l'impasto a rombi più o meno regolari di 5 o 6 centimetri di lato, creando così diversi gnocchi.

Concludete la preparazione friggendo il tutto in abbondante olio caldo a 170°; badate a friggere pochi rombi alla volta e girateli solo quando saranno gonfi e dorati.
Dunque, terminatene la cottura.
A cottura raggiunta, scolateli e passateli su un doppio foglio di carta da cucina.
Servite subito i vostri gnocchi fritti accompagnati dalla Certosa Antica Ricetta.

I vostri commenti alla ricetta: Gnocco fritto e stracchino

rosaida
non solo...è buonissimo ed io lo mangiato in emilia esattamente a cervia...
marilena46
questo gnocco lo mangiato in puglia ,mi è piaciuto molto ora so come farlo grazie

Lascia un commento

Massimo 250 battute