I semi di finocchio

Galbani
I semi di finocchio
L'utilizzo dei semi in cucina è una pratica molto antica, che con il tempo si è un po' persa. Fortunatamente, negli ultimi anni c'è una rivalutazione di questi alimenti, capaci di caratterizzare le nostre pietanze con un gusto particolare.

I semi di finocchio troveranno un posto speciale nel vostro spazio della cucina dedicato alle spezie. Sono utilizzabili in svariati modi, senza richiedere preparazioni elaborate. Tra salvia, timo, rosmarino e i barattolini con le spezie sicuramente ne spunterà uno nuovo.

Origini e caratteristiche

Origini e caratteristicheI semi di finocchio sono i frutti del finocchietto (diacheni), una pianta che cresce selvaticamente in Europa.

Il “finocchio selvatico” cresce spontaneamente lungo le coste del Mediterraneo, zona in cui la “Foeniculum volgare” era conosciuta fin dall'antichità per il suo uso alimentare e aromatizzante.

La famosa espressione “lasciarsi infinocchiare” sembra che derivi dalla cattiva abitudine di alcuni commercianti, che usavano questi semi per nascondere il cattivo sapore e odore del vino, quando questo era prossimo a diventare aceto. Infatti, i semi di finocchio vengono utilizzati con altri aromi per insaporire il vin brulè e i liquori.

I semi di finocchio hanno un sapore simile all'anice, possono essere consumati così come si presentano o previa tostatura. Possono anche essere pestati, con l'aiuto di un mortaio, per preparare salse.

Come utilizzarli

Come utilizzarliSe avete acquistato i semi di finocchi e non sapete come utilizzarli, vi consigliamo delle ricette e delle idee per piatti nuovi e profumati.

I semi di finocchio trovano ampio impiego in cucina, per preparare sia piatti salati che dolci.
Vengono utilizzati anche per i prodotti lievitati, aromatizzando pane, focacce, grissini e taralli (delle tipiche ciambelle salate croccanti, preparate in diverse zone del Sud Italia, soprattutto in Puglia).

Donano un aroma particolare alla carne, in particolar modo di maiale, uova, salse e anche ai piatti a base di pesce. Accompagnano bene anche i formaggi e sono spesso già presenti in alcuni insaccati (come la famosa “finocchiona”, un gustoso salume, tipico della toscana) e in alcuni tipi di salsiccia.

Negli antipasti

Negli antipastiPer antipasti e aperitivi i grissini sono sempre una buona idea da portare in tavola. Sono croccanti e piacciono anche ai bambini*. Sono simpatici da accompagnare con delle salse, da gustare con una mousse, con affettati, o verdure grigliate tagliate a fette.
I grissini con i semi di finocchio hanno un gusto davvero particolare, ideali per chi vuole cucinare qualcosa che sia sì semplice ma non banale.
Gli ingredienti per i grissini al finocchietto sono: 300 g di farina 0, 160 ml di acqua a temperatura ambiente, 50 ml di olio extravergine d'oliva (più altro per spennellare), 5 g di sale, 1 cucchiaio di semi di finocchio, 1 cucchiaino di miele, 8 g di lievito di birra. Per cominciare, lasciate sciogliere il lievito prelevando un po' di acqua dai 160 ml totali e il cucchiaino di miele.
In una ciotola, aggiungete tutti gli ingredienti secchi, mescolate bene e proseguite aggiungendo la restante acqua, il lievito, l'olio e i semi di finocchio. Impastate fin quando il composto non sarà elastico e liscio. Lasciate riposare la pasta in un contenitore dai bordi oleati, coprite con della carta oleata e lasciate riposare fin quando non avrà raddoppiato il suo volume iniziale. Poi prendete l'impasto, stendetelo come a formare un rettangolo e lasciatelo riposare ancora per 30 minuti. Intanto, accendete il forno a 180°.
Trascorso il tempo di riposo, stendete l'impasto con le mani (o con un matterello) e tagliate delle strisce lungo il lato corto, di circa 1 cm di larghezza. Arrotolate con le mani ogni striscia, fino a ottenere dei bastoncini sottili e leggermente ritorti. Mano a mano che i grissini hanno preso la loro forma, sistematili su una teglia ricoperta di carta da forno, distanziandoli abbastanza l'un dall'altro. Spennellateli con un po' di olio, salateli ed infornateli per una ventina di minuti.
Prima di portarli in tavola, potrete riscaldarli in forno per qualche minuto: riprenderanno la loro croccantezza.

* sopra i 3 anni

Nei primi piatti

Nei primi piattiI semi di finocchio si sposano molto bene con i sapori del pesce. Lo sanno bene i siciliani quando realizzano un loro tipico piatto, “la pasta con le sarde”, un piatto in cui diversi sapori si mischiano perfettamente: sarde, alici, cipolla, pinoli, uvetta, semi di finocchio, mandorle e zafferano, tutti insieme per un equilibrio impeccabile, con cui avvolgere spaghetti o bucatini.

Ma potrete anche utilizzarlo quando decidete di cucinare dei primi piatti freschi, come insalate di cereali (riso, quinoa, farro), da accompagnare con verdure e funghi trifolati. Oppure per un buon risotto al limone, con semi di finocchio.
Per realizzare questa ricetta avrete bisogno di: 1 litro di brodo vegetale, 400 g di riso, 25 g di burro, 1 cipolla, un po' di vino bianco, olio extravergine d'oliva, qualche cucchiaio di formaggio grattugiato, 1 cucchiaio di semi di finocchio, 2 cucchiai di prezzemolo tritato, 1 cucchiaio di menta, il succo di un limone, la buccia del limone.
Cominciate facendo bollire il brodo. Lasciate fondere il burro con l'olio in una pentola. Unite la cipolla tritata finemente e lasciate cuocere a fiamma bassa. Aggiungete il riso e lasciatelo tostare per alcuni minuti, mescolando continuamente. Sfumate con il vino bianco e continuate a mescolare fin quando non sarà evaporato. Versate un po' di brodo, continuate a mescolare e versatene ancora un mestolo quando sarà evaporato. Continuate così, fin quando il riso sarà cotto. A questo punto, spegnete il fuoco e unite i semi, il burro, il formaggio e mescolate. Fate amalgamare bene il tutto e poi aggiungete il succo e la buccia del limone, il prezzemolo e la salvia tritate. Servite quando è ancora caldo.

Se preferite un sugo più corposo per la vostra pasta, preparatene uno con salsa di pomodoro, salsiccia e semi di finocchio. Questa ricetta è molto facile: fate appassire uno spicchio d'aglio in due cucchiai di olio. Quando sarà diventato dorato, aggiungete la salsiccia sbriciolata e i semi di finocchio. Lasciate che rosoli per circa 7 minuti e aggiungete la passata di pomodoro. Unite un pizzico di sale, uno di pepe, mezzo bicchiere d'acqua e qualche foglia di basilico. Lasciate cuocere per un'oretta.

Nei secondi piatti e nei contorni

Nei secondi piatti e nei contorniCon i semi di finocchio potrete anche preparare dei secondi piatti sfiziosi, come una frittata di patate, pomodorini e ricotta, al profumo di erbe aromatiche come rosmarino e basilico è perfetta anche da portare con sé durante una scampagnata.

Oppure, potreste preparare una torta salata con formaggio, carciofi e semi di finocchio.
Un'altra ricetta siciliana, per preparare un secondo piatto gustoso è il Tonno alla Siciliana.
Si lascia marinare il filetto di tonno per circa 3 ore, con i semi di finocchio, il rosmarino, un po' di sale e di pepe e il vino bianco. Trascorso questo tempo, viene praticato un taglio nel filetto e si aggiunge un trito di aglio e rosmarino. Si cuoce in forno con il sugo della marinata.
La ricetta originale prevede l'utilizzo del tonno, che però potrete sostituire con il salmone.

Ovviamente, è possibile utilizzare questo ingrediente anche per creare dei contorni speciali, ad esempio il cavolfiore ripassato in padella con olive e semi di finocchio, oppure una dadolata di zucca arricchita con questi semi e una spolverata di curry, da aggiungere durante la cottura.
Ma anche le insalate, comprese quelle con frutta come mele e pere, riescono ad avere un sapore speciale grazie a questo ingrediente.
In linea di massima, potrete utilizzare le verdure di stagione che preferite, poiché il gusto di questo ingrediente è molto versatile.
Al punto da poter essere utilizzato anche per creare condimenti, come una salsa al finocchio da potere realizzare in modo semplice, tritando i semi con due spicchi di finocchio, 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva, un cucchiaio di aceto di vino rosso. Infine, aggiungete mezzo cucchiaio di senape e amalgamate con una spatola. Con questa crema potrete accompagnare carne, pesce, verdure e anche legumi.

Preparazioni particolari

Preparazioni particolari Come abbiamo già detto, i semi di finocchi si sposano bene anche con i sapori più dolci, oltre a poter essere utilizzati per preparare una tisana da poter gustare per riscaldarvi nelle giornate più fredde.
Se siete golosi potrete anche creare una cioccolata calda particolare, basta insaporire il latte con cui andrete a realizzarla con delle spezie, come peperoncino, cannella e, ovviamente, i semi di finocchio.