Cosa mangiare a cena

Galbani
Galbani
Cosa mangiare a cena
Se siete in cerca di idee, curiosità e consigli per ricette facili e veloci da cucinare per cena, eccovi qualche suggerimento. Dalle ricette invernali a quelle estive, fino alle cene perfette da offrire ai vostri amici, troverete di seguito dei menù sfiziosi e particolari che riguardano tutte le portate. Date un'occhiata alle nostre proposte di antipasti, primi piatti, secondi, contorni e dolci, e scegliete quelle più adatte a compiacere tutta la famiglia e a stupire allo stesso tempo i vostri ospiti invitati per cena!

Cosa mangiare a cena

Cosa mangiare a cenaL'alimentazione ideale per la sera solitamente è a base di cereali, come riso, orzo, farro da cucinare in zuppe e minestre, legumi, carne, soprattutto carne bianca quali pollo e tacchino, uova, pesce e verdure, che, al pari della frutta, non dovrebbero mai mancare anche durante gli altri pasti della giornata. La verdura di stagione è perfetta da consumare cruda in insalata, grigliata, in particolare d'estate, o cotta al vapore per un gusto leggero: carote, spinaci, bietole, lattuga, pomodori, melanzane, peperoni, zucchine, carciofi e tanti altri ortaggi, tra l'altro, sono un trionfo di colori in tavola.

Un menù tipo della settimana, che accontenti un po' tutta la famiglia, compresi i bambini*, può essere quindi così composto: zuppa di legumi al lunedì, tra cui vi suggeriamo qualche idea e ricetta come una saporita zuppa di farro; carne ai ferri o fettine alla pizzaiola oppure straccetti di pollo con spinaci al martedì; uova al mercoledì; un gustoso risotto alle verdure per la cena del giovedì; ricette semplici a base di pesce al venerdì; per il sabato una cena sfiziosa con crêpes oppure affettati, formaggi e altri alimenti in base ai vostri gusti e alla vostra fantasia, per finire in bellezza la domenica, con la pizza.

Di certo un piatto di pasta, soprattutto da noi in Italia, non può mancare neanche alla sera. D'estate la preferiamo fredda in insalata insieme a sott'oli o verdure grigliate, olive e formaggio a cubetti, mentre in inverno un primo piatto fumante è sempre invitante e quindi si ricorre spesso a una pasta semplice al pomodoro, con aglio, olio e peperoncino, al pesto, alle verdure, alla carbonara, al tonno, olive e capperi, alle vongole e altri frutti di mare. Ma potete preparare anche qualche ricetta speciale in tema con la stagione, soprattutto se avete ospiti invitati a cena, come, ad esempio, una vellutata oppure degli gnocchi con la zucca, delle melanzane ripiene di pasta, ricotta, pomodoro e basilico o dei fusilli integrali con funghi e fagioli cannellini. Insomma, come sempre in queste occasioni, un consiglio è di dare spazio alla vostra fantasia e creatività in cucina.

E chi ha voglia di dolci alla sera, può concludere il pasto con una fetta di torta soffice alle mele, una coppetta di yogurt spolverizzata con frutta secca come noci, mandorle e pinoli, un bicchiere di panna e fragole o di gelato e piccoli pezzi di frutta. Tra le bevande c'è poi il caffè che soprattutto in estate si trasforma in un perfetto dessert da gustare dopo cena. Sotto forma di crema, frappè o sorbetto è facile da preparare anche a casa. Per fare un sorbetto al caffè buono come al bar, basta infatti sciogliere 20 g di zucchero in una tazzina di caffè e allungare poi con 60 ml di acqua. Mescolate bene e incorporate anche 30 g di panna liquida. Versate il composto in un bicchierino di plastica e mettetelo nel congelatore per 3 ore finché insomma non si sarà solidificato. Una volta freddo, frantumatelo un po' e mettetelo nel frullatore per ottenere così un buon sorbetto al caffè.

*sopra i 3 anni

Cosa mangiare a cena in estate

Cosa mangiare a cena in estatePer una cena estiva, il migliore menù include cibi che si preparano in maniera veloce senza lunghi tempi di cottura e per cui non è necessario accendere il forno. Sì prediligono essenzialmente piatti freddi, preparati semmai in anticipo, così da mettersi comodamente a sedere, dopo una calda giornata lavorativa, e mangiare qualcosa di pronto come insalate, pasta e riso freddo. Molto spesso le alte temperature, tipiche della stagione, portano ad avere meno fame, quindi vanno bene anche degli antipasti, che in queste occasioni diventano piatti unici, come prosciutto e melone o una caprese con pomodoro, mozzarella, basilico, olive, sale e olio extravergine d'oliva.

Ma piatti unici possono divenire pure delle insalate estive con ingredienti vari, accompagnate solo da condimenti e qualche fetta di pane. Prima fra tutte l'insalata greca dai sapori e colori mediterranei, da fare subito con: 1 cespo di lattuga, 10 olive nere snocciolate, 1 cipolla rossa di Tropea, 1 cetriolo, 2 pomodori piccoli, 200 g di feta, 2 pizzichi di origano, 1 pizzico di sale, 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva.

Per prima cosa mondate le verdure, poi lavate la lattuga, asciugatela per bene e tagliatela. Fate lo stesso con i pomodori, la cipolla e il cetriolo. Prendete la feta, tagliatela a cubetti e mettetela in un'insalatiera insieme alle verdure. Aggiungete anche le olive nere, l'origano, il sale e condite tutto con l'olio. Se preferite potete aggiungere anche un filo d'aceto balsamico.

D'estate, poi, per chi dispone di un barbecue all'aperto, le grigliate sono quasi d'obbligo per cena e così carne, pesce e verdure vengono arrostite rigorosamente alla griglia. Un esempio possono essere i calamari ripieni di pane e basilico da preparare in soli 20 minuti. Basta disporre di 1 kg di calamari e pulirli accuratamente staccandogli la testa (da conservare per il ripieno) e rimuovendogli le interiora dall'interno del corpo. Tirate via la pelle e sciacquateli bene sotto l’acqua corrente.

Passate al ripieno, mettendo 200 g di pane nel mixer insieme a 6 foglie di basilico, precedentemente lavate e asciugate, il succo di mezzo limone, 1 pizzico di sale e di pepe, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva e le teste dei calamari. Frullate e inserite la farcitura dentro i calamari puliti, riempendoli fino in fondo. Chiudete con uno stecchino per non far fuoriuscire il ripieno durante la cottura.

Scaldate bene una griglia, ungetela con un po' di olio e adagiatevi i calamari ripieni su un lato facendoli grigliare per 8 minuti. Girateli sull’altro lato e cuocete per altri 8 minuti. Saranno insomma pronti per essere serviti quando avranno una crosticina dorata da entrambi le parti. Portateli poi in tavola accompagnati da melanzane, zucchine e peperoni, ovviamente, grigliati e conditi con olio, sale e prezzemolo tritato.

E per deliziarvi concedetevi, a fine serata, una coppetta di gelato fatto in casa anche senza l'uso della gelatiera, da gustare seduti comodamente in giardino. Il gelato si può infatti realizzare anche con il frullatore e il congelatore. Congelate quindi 200 ml di latte nelle formine del ghiaccio e 150 g di frutta ridotta a pezzetti. Tirateli poi fuori dal freezer, attendete 5 minuti e metteteli in un frullatore con 90 g di zucchero a velo. Azionatelo e dopo un minuto il gelato è già pronto.

Cosa mangiare a cena in inverno

Cosa mangiare a cena in invernoSe l'estate fa pensare al caldo e a cibi freddi, al contrario, l'inverno fa venire voglia di pietanze calde per rifocillarsi. E quindi cosa c'è di meglio di una zuppa o di una vellutata per cena? Eccovi uno spunto: la ricetta della vellutata di patate, porri e speck. Per cucinarla, iniziate dal pulire 1 porro, tagliate la parte verde e il primo strato esterno e affettatelo a rondelle. Sbucciate anche 5 patate con un pelaverdure, tagliatele prima a fette spesse e poi a listarelle per farle successivamente a dadini.

In un tegame versate il porro e fatelo rosolare a fuoco medio con 3 cucchiai di olio. Quando si sarà appassito, versate le patate e 350 ml di brodo vegetale. Insaporite con 1 pizzico di sale e di pepe e un trito aromatico ottenuto da 2 rametti di rosmarino. Mescolate con un cucchiaio di legno di tanto in tanto e fate cuocere il tutto per circa 35 minuti. Lasciate raffreddare e immergete nel frullatore per ottenere una crema omogenea.

Dedicatevi allo speck, tagliandone 150 g a striscioline. Scaldate una piastra o una padella antiaderente e abbrustolite le listarelle di speck per un minuto. Quando anche queste saranno pronte, impiattate la vellutata ben calda e guarnite ogni piatto con lo speck.

Tra i migliori piatti caldi invernali, facili da realizzare per cena, c'è anche il pesce al cartoccio che può essere un'orata o un branzino. Prendete, ad esempio, la prima, l'orata, che dovrà essere già pulita e svuotata delle interiora per essere riempita con 1 spicchio d'aglio, 1 ciuffo di prezzemolo tritato, 3 rametti di timo e 1 fetta di limone.

Appoggiate il pesce così farcito su un foglio di carta da forno, salate, pepate e condite con un filo di olio extravergine di oliva. Arrotolatelo con il foglio di carta da forno e sigillate le due estremità. Adagiate quindi il cartoccio su una teglia e mettete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti. A cottura ultimata sfornate l’orata, lasciatela intiepidire e portatela in tavola nel cartoccio per un bell'effetto scenografico.

Da scottare velocemente sulla piastra c'è poi il formaggio alla piastra, che è sempre un piacere mangiare per una cena d'inverno con delle bruschette di pane e un contorno di spinaci saltati in padella con burro e uvetta o del radicchio trevigiano cotto anch'esso alla piastra. Basta dunque scegliere il formaggio giusto, come può essere il Galbanino, e tagliarlo a fette spesse circa 2 centimetri. Adagiatele su una piastra messa a scaldare sui fornelli e, non appena inizieranno a sciogliersi da una parte, giratele dall'altro lato con una spatola di legno. State attenti, però, che le fette di formaggio non si sciolgano del tutto e toglietele subito dalla piastra dopo che avranno creato una crosticina.

Cosa mangiare di veloce a cena

Cosa mangiare di veloce a cenaIdee e curiosità per una cena veloce ce ne sono, perciò eccovi dei consigli per semplificarvi il lavoro in cucina: da uno spuntino come antipasto al dolce, vi diremo quali sono i piatti facili da preparare, partendo da una ricetta versatile come quella delle crocchette agli asparagi, ortaggi che segnano l'inizio della primavera. Si possono infatti servire sia tra gli antipasti che tra i secondi.

Per cucinare queste crocchette in massimo 20 minuti, vi occorrono, per 4 porzioni: 1 mazzo di asparagi, 1 uovo e 1 tuorlo a temperatura ambiente, mezzo bicchiere di latte, 100 g di mollica di pane raffermo, 40 g di formaggio grattugiato, 1 pizzico di sale e di pepe, pangrattato quanto basta.

La prima operazione da compiere è la pulizia degli asparagi. Toglietegli dunque la parte del gambo più dura, lavateli e lessateli in acqua bollente salata per un 10 minuti. Sgocciolateli e frullateli. Metteteli in una ciotola insieme alla mollica di pane, fatta ammorbidire nel latte e strizzata, alle uova intere, al tuorlo e al formaggio grattugiato. Salate, pepate, amalgamate tutti gli ingredienti e ricavate, dal composto, delle palline da passare nel pangrattato. Disponetele poi su una teglia ricoperta con carta da forno e cuocetele in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti. Passatele sotto il grill prima di sfornarle e servitele ancora calde.

Tra i primi con cui cenare, invece, oltre al riso alla parmigiana, un risotto veloce è quello al salmone da mantecare con burro e limone. Prendete dunque un trancio di salmone da 300 g e tagliatelo a pezzetti. In una padella scaldate 1 cucchiaio di olio e rosolate i bocconcini di salmone per 2 minuti. Tagliate poi finemente 1 scalogno e fatelo appassire a fuoco basso con 2 cucchiai di olio in una casseruola. Versatevi 320 g di riso Carnaroli (dosi per 4 persone) e tostatelo a fiamma vivace girando con un cucchiaio di legno. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e proseguite la cottura avendo cura che il riso non si attacchi. Aggiungete a filo 500 ml di brodo di pesce e cuocete per 18 minuti, unendo, a metà cottura, i bocconcini di salmone. Aggiustate di sale e quando il risotto al salmone sarà pronto, toglietelo dal fuoco e mantecatelo con una noce di burro e la scorza grattugiata di mezzo limone.

Cosa mangiare a cena con pochi ingredienti

Cosa mangiare a cena con pochi ingredientiCon pochi ingredienti rimasti in frigo o in dispensa è possibile preparare una buonissima cena. Se d'estate avete ad esempio del pane casereccio raffermo, una cipolla e del basilico in balcone, un saporito piatto di panzanella è presto fatto. Mettete infatti in ammollo il pane vecchio, meglio se cotto a legna, in poca acqua e lasciatelo nella scodella per un'oretta; calcolate che per 4 porzioni di panzanella c'è bisogno di circa 350 g di pane.

Trascorso il tempo necessario, strizzatelo molto bene con le mani, ricordando che la mollica sminuzzata non deve risultare acquosa bensì umida e compatta. Mettetela in un'insalatiera e aggiungete 2 cipollotti tagliati a fettine sottili oppure 1 cipolla rossa, 15 foglioline di basilico e, se ce li avete, 2 pomodori maturi a pezzetti. Condite con 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva e un pizzico di sale. Amalgamate il tutto e fate riposare la panzanella in frigorifero per almeno un’ora, perché si insaporisca bene. Se poi in casa avete qualche salsiccia, preparate dei crostoni da fare in forno insieme a del formaggio cremoso, un primo con panna oppure un secondo a base di salsicce saltate in padella con rape. Insomma, a voi la scelta!

Altro piatto particolare da cucinare con soli cinque ingredienti è il fegato al rosmarino. Per due persone servono, infatti, 2 fette di fegato di vitella alte mezzo centimetro, 4 rametti di rosmarino, 1 cipolla piccola, 2 cucchiai d'olio e 1 pizzico di sale. Tagliate la cipolla e fatela appassire in padella con l'olio. Unite il fegato, salate e cuocetelo 2-3 minuti su ciascun lato. Una volta pronta, spolverizzate la carne con un trito di rosmarino, lavato e asciugato, che avrete preparato precedentemente.

Cosa mangiare a cena di sfizioso

Cosa mangiare a cena di sfiziosoCon i petti di pollo potete preparare vari piatti sfiziosi da consumare per cena in tutte e quattro le stagioni. Dalle semplici scaloppine al limone agli straccetti con rucola e pomodorini, con questo ingrediente si ottengono anche dei gustosi bocconcini di pollo aromatizzati all'arancia. Per prepararli servono solo 6 fette di petto di pollo, se a cena foste in quattro, 3 arance, 150 ml di vino bianco, un pizzico di sale, 3 cucchiai di olio extravergine di oliva e un po' di farina.

Tagliate a bocconcini le fette di petto di pollo e infarinateli. Trasferiteli in una padella dove avrete fatto riscaldare l'olio, aumentate il fuoco per far rosolare la carne a fiamma vivace, sfumatela con il vino e lasciatela cuocere per 15 minuti. Nel frattempo, lavate le arance, dividetele a metà, spremetele e versate il succo sopra il pollo 5 minuti prima della fine della cottura. Mescolate molto bene e lasciate cuocere sempre a fiamma vivace finché il succo non si riduce e forma una specie di crema. Aggiustate di sale e servite i bocconcini su un piatto di portata con la sua salsa all'arancia.

Ma un altro piatto unico semplice per cena è senz'altro la frittata, da rendere sfiziosa con fiori di zucca e zucchine. Per 4 persone, lavate dunque 4 zucchine con il fiore in acqua fredda, poi asciugatele delicatamente per non rompere i fiori. Sempre con delicatezza, eliminate il pistillo da ogni fiore e dividetelo in quattro parti. Le zucchine invece vanno ridotte a rondelle sottili.

In una ciotola sbattete con una frusta 5 uova a temperatura ambiente e un pizzico di sale, dopodiché versate le zucchine tagliate a rondelle. Oliate una padella antiaderente abbastanza ampia e versatevi il composto disponendo prima i fiori di zucca a raggiera. Cuocete la frittata con i fiori di zucca per qualche minuto e appena vedete che i bordi si staccano facilmente con una spatola, rigiratela per completare la cottura dall'altro lato.

Cosa mangiare a cena con amici

Cosa mangiare a cena con amiciPiatti semplici e saporiti aspettano di essere cucinati, senza troppa fatica, per gli amici, invitati a casa vostra per cena. Per cominciare, un bel tagliere di salumi e formaggi può essere una buona soluzione per aperitivi e antipasti. A seguire dei piatti unici come cous cous o fonduta, per le serate invernali, costituiscono una buona idea per mangiare tutti insieme in armonia, senza assentarsi da tavola per servire altre portate.

Pratico e irresistibile, il cous cous può essere cucinato anche alcune ore prima così da lasciarvi del tempo per la preparazione dell'aperitivo. Ecco allora la ricetta per un cous cous ai frutti di mare per 6 persone: 400 g di cous cous precotto, 1 kg di vongole, 400 g di gamberetti, 500 g di seppioline, 400 g di pomodori ciliegini, 2 zucchine, 1 peperone rosso, 1 peperone giallo, 50 ml di olio d'oliva, 2 spicchi di aglio, 1 punta di peperoncino, 6 foglioline di menta, mezzo bicchiere di vino bianco, sale e pepe quanto bastano.

Potete farvi pulire il pesce in pescheria, ma fate comunque spurgare le vongole. Sistematele in una scodella e copritele con abbondante acqua, aggiungete una manciata di sale grosso e lasciatele in ammollo per 2 ore, cambiando ogni tanto l'acqua. Sciacquate gli altri pesci, puliti e privati delle interiora, sotto acqua corrente e riducete le seppioline a pezzetti. Mondate anche le verdure.

In un tegame capiente mettete a scaldare 1 cucchiaio di olio insieme all’aglio e alla puntina di peperoncino, aggiungete le vongole pulite e sfumatele con il vino bianco. Coprite con il coperchio e fate cuocere fino a quando le conchiglie non si saranno completamente dischiuse. Scolatele dal loro liquido di cottura e mantenetele in caldo. Nel frattempo mettete altro olio in una padella e cuocete le seppioline a fiamma viva. Dopo 5 minuti unite le verdure ridotte a pezzetti, aggiustate di sale e di pepe e cuocete per altri 10 minuti. Aggiungete anche i gamberetti e continuate la cottura per 5 minuti. Preparate poi, a parte, il cous cous come riportato nella confezione. Spegnete il fuoco e versatelo nel tegame del pesce e delle verdure. Mescolate per bene e profumate con le foglioline di menta sminuzzate.

Ma per deliziare i vostri amici, servite pure un goloso dessert preparato velocemente con della ricotta e delle gocce di cioccolato. Per realizzare questo finale goloso, vi basterà lavorare della ricotta con un po' di zucchero a velo così da renderla cremosa. In un secondo tempo incorporate delle gocce di cioccolato e versate il composto in dei bicchierini. Metteteli in frigo per un'ora e decorate ciascun dessert alla ricotta e gocce di cioccolato con dei biscottini tutt'intorno.