Gli agrumi nelle ricette dolci

Galbani
Galbani
Gli agrumi nelle ricette dolci
Se cerchiamo un frutto succulento, dissetante e delizioso non possiamo sbagliare... stiamo parlando di agrumi!

Questi splendidi frutti possono essere definiti la linfa dell'inverno. Gli agrumi, frutti principe della stagione fredda, sono una magnifica fonte di gusto e colore ed è proprio durante il periodo invernale che offrono il massimo dell'aroma e del gusto perché sono in piena maturazione.

Utilizzare gli agrumi per la realizzazione di ricette, significa realizzare con questi splendidi frutti qualsiasi tipo di piatto, partendo dall'antipasto, proseguendo con primi piatti e secondi straordinari, arrivando a ottimi dolci e dessert. Con le preparazioni a base di agrumi stupirete sempre i vostri commensali.

Ogni agrume ha il suo aroma specifico ed è proprio grazie alle loro caratteristiche ben definite che arricchiscono ogni piatto in modo deciso, ma allo stesso tempo delicato.

Gli agrumi sono spesso associati al mondo del salato (link al contenuto gli agrumi nelle ricette salate). Sono numerose le ricette che sfruttano questi frutti nelle preparazioni come ingrediente principale o secondario. Alcuni agrumi vengono consumati da soli e sono davvero deliziosi, ma è nel mondo dolciario che queste prelibatezze possono dare il massimo.

Dolci e dessert a base di agrumi possono essere serviti a colazione, a merenda accompagnati da una bella tazza di tè o di succo di frutta, o come dessert da servire a fine pasto.

Nonostante la grande varietà di frutti, quelli che vengono più usati, soprattutto in Italia, sono il limone, l'arancia, il cedro, il pompelmo, i mandarini e le clementine. Negli ultimi anni, però, anche il lime ha conquistato il suo posto in numerose preparazioni.

Arancia

Arancia L'arancia è un frutto che viene consumato fresco, sotto forma di spremute oppure seccato. Viene utilizzato per guarnire molti piatti: è un ingrediente che si presta molto per essere usato per le insalate, ma la sua grande versatilità dà il massimo nella preparazione dei prodotti dolciari: dolci, gelatine, marmellate, frutta candita, liquori e bevande.

I dolci all'arancio sono delle vere e proprie leccornie. Questi venivano preparati già dalle nostre nonne quando ancora non esistevano in commercio tutti gli aromi e i preparati che possiamo trovare oggi. Le bucce, ad esempio, venivano tagliate sottilmente e messe ad essiccare appese vicino a qualche fonte di calore (forno o caminetto). Il calore, oltre ad essiccare le scorze dei frutti, sprigionava anche un buonissimo aroma che si diffondeva per tutta la casa.

Biscotti all'arancia, torta di arance e crostata all'arancia, sono preparazioni semplici che fanno sempre gola. Ma ci si può spingere anche in preparazioni più raffinate come le crêpes suzette, oppure un tiramisù al profumo di arancia. Le possibilità sono davvero tante.

L'arancia è anche protagonista di frutta candita e caramellata. Per preparare in casa le scorze di arancia candite il procedimento è lungo ma molto semplice. Innanzitutto le bucce devono essere tagliate tutte più o meno della stessa misura. Vanno messe per una notte in ammollo nell'acqua, poi scolate e fatte bollire con altra acqua pulita. La bollitura serve per eliminare l'eventuale amaro della buccia. Se le bucce sono particolarmente amare basterà cambiare l'acqua e riportarla a bollore una seconda volta, se necessario anche una terza. Scolare bene le arance e metterle nuovamente nel pentolino con zucchero e acqua. Le dosi sono molto semplici: 100 g di scorze di arancia, 100 g di zucchero e 100 g di acqua. Non si può sbagliare! Portare a bollore l'acqua e attendere che lo zucchero diventi uno sciroppo, a quel punto dopo una decina di minuti si può spegnere la fiamma. Con una pinza prendere le scorzette una ad una e stenderle su della carta forno per farle asciugare. Il tempo di asciugatura è molto lungo, almeno cinque ore, meglio se tutta una notte.

Limone

Limone La scorza candita può essere fatta anche con un altro delizioso agrume: il limone.

Dal sapore più agre rispetto l'arancia, il limone è uno degli agrumi più usati in tutto il mondo. A differenza degli altri agrumi, viene coltivato tutto l'anno. Il consumo di questo frutto è molto elevato in cucina, specialmente per la preparazione di piatti salati. Nonostante ciò per quanto riguarda le preparazioni dolci, ci permette di ottenere deliziosi dessert.

Il limone è l'agrume più amato della pasticceria: con questo meraviglioso ingrediente fresco e gustoso che possiamo reperire con facilità tutto l'anno, è possibile insaporire in modo anche molto intenso i dolci, dal più semplice al più particolare ed elaborato.

Dolci molto semplici da realizzare con limone sono il classico plumcake al limone o i biscotti. Molto graditi sono i dolci freddi, più estivi, come la cheesecake al limone, il gelato oppure il sorbetto.

Il limone viene utilizzato molto anche nella preparazione dei liquori. Deliziosa e più delicata è la crema di limoncello che viene preparata con alcool, panna e zucchero.

Inoltre è possibile ritrovare questo delizioso agrume anche in ricette tipiche regionali: famose sono le delizie al limone campane.

Cedro

Cedro Il cedro, capostipite degli agrumi, è più diffuso nel sud Italia, in particolare in Calabria, essendo una regione con un clima adatto a questo tipo di pianta che ama le zone calde e temperate e teme il freddo.

Il consumo fresco del cedro è una pratica non molto diffusa. Il sapore del frutto è particolarmente acidulo e amarognolo, pertanto in cucina viene impiegato per lo più per preparare frutta candita, marmellate e bibite, come la famosa cedrata, bibita analcolica e gassata. La scorza del frutto viene utilizzata per la decorazione di torte e dolci.

Deliziosa è la ricetta del semifreddo al cedro: un dessert al cucchiaio fresco e invitante molto semplice da preparare. Bisogna ridurre a julienne la buccia di due cedri da bollire con acqua e zucchero. Lo sciroppo filtrato va poi mescolato con 4 tuorli d'uovo e 120 cl di panna fresca. In un secondo momento si aggiungono gli albumi montati a neve ferma. Il tutto va fatto raffreddare completamente in frigorifero e decorato con le scorzette di cedro candite e qualche fogliolina di menta fresca.

Mandarino e Clementina

Mandarino Nonostante abbiano delle peculiarità imprescindibili non è difficile confondere alcuni agrumi: il lime assomiglia molto al limone, mentre il mandarino si confonde facilmente con la clementina. Questo accade perché le loro caratteristiche esteriori sono molto simili.
Prendiamo ad esempio le clementine e i mandarini: anche se simili tra loro, la clementina è l'innesto tra il mandarino e l'arancio, per questo motivo è meno aspra dell'arancia e non contiene i fastidiosi semi del mandarino.

Le golose clementine possono essere utilizzate per preparare delle deliziose crostate. Una ricetta molto semplice prevede di usare della pasta brisée per foderare uno stampo da forno, e farcirla con una deliziosa crema a base di clementine. Per preparare la crema prendete il succo di 4 clementine mescolato a 3 uova, 100 g di burro fuso e 100 g di zucchero. Quando il composto sarà liscio e omogeneo versatelo nella tortiera e infornate a 200 gradi per 30 minuti. A dieci minuti dal termine della cottura decorate la superficie della crostata con gli spicchi di due clementine pelati a vivo. Vi stupirete della bontà di questo semplice dolce!

Con le clementine è anche possibile preparare delle squisite mousse, deliziosi tiramisù, delle golose gelatine, fragranti biscotti, profumatissime creme e dolcissimi plumcake.

Stessa cosa per i mandarini. Con questi meravigliosi frutti si possono preparare dei dolci davvero sfiziosi.

Una preparazione ottima è quella della crema di mandarino con la quale è possibile farcire delle torte o bignè, oppure può essere usata per preparare coppette di crema e biscotti decorate con delle scorzette caramellate, simulando una specie di tiramisù.

Per preparare questa crema filtrate il succo dei mandarini per privarli dai semi. Serviranno 250 ml di succo di mandarini, 2 cucchiai di farina, 4 cucchiai di zucchero. Mescolare bene tutti gli ingredienti per poi portarli sul fuoco ad addensare. Continuare la cottura fino a ottenere la consistenza desiderata. Resterete davvero stupiti dalla delicatezza e dal sapore di questa crema.

Altre ricette sfiziose e leggermente più ricercate sono il semifreddo e la bavarese preparate con questo profumatissimo agrume.

Lime

Lime Il lime è più usato per ricette di ispirazione esotica, come sostituto del limone, per la per la preparazione di pietanze a base di curry o per la preparazione di cocktail nei quali vengono utilizzati tagliati a pezzi grossolani e pestati.

Nell'industria dolciaria il lime viene utilizzato prevalentemente per la fabbricazione di caramelle, ma è possibile preparare sfiziosi dessert come il tiramisù mojito e una freschissima cheesecake al lime.

Anche il pompelmo viene usato soprattutto per la produzione di caramelle. Nella preparazione dei dolci è più utilizzato per preparare ciambelloni semplici o con accompagnamento di cioccolato.

Consigli

Consigli Per utilizzare gli agrumi, c'è da sapere poche cose, in base all'utilizzo che vogliamo farne:

- per sbucciare gli agrumi serve un coltellino corto, molto affilato e ben appuntito. In questo modo potrete prelevare la buccia senza la parte bianca che in molti casi risulterebbe amara.
- importante da ricordare è di pelare a vivo gli spicchi, anche se li usate solo come decorazione. La pellicina, infatti, risulta fastidiosa sotto i denti e risulta anche leggermente più amarognola della polpa.
- se dobbiamo utilizzare la buccia, è meglio servirci di prodotti coltivati biologicamente o lavare bene quelli che abbiamo acquistato. La scorza degli agrumi è infatti la parte che assorbe tutte le sostanze esterne.