Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al suo funzionamento e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutto o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando qualunque suo elemento o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Formaggi e dolci: gli abbinamenti che non ti aspetti

Galbani
Formaggi e dolci: gli abbinamenti che non ti aspetti
I formaggi sono associati quasi sempre alla cucina per quanto riguarda primi e secondi. Ma c'è da sapere che sono molto importanti anche in pasticceria!

Panna, mascarpone, ricotta, yogurt, formaggi spalmabili e altri latticini trovano largo impiego in questo settore. Quante volte, mangiando un delizioso dolce al cucchiaio abbiamo chiuso gli occhi per meglio assaporarlo, senza sapere che quella crema così vellutata è data dal mascarpone? Oppure, capita che ci ritroviamo ad apprezzare la sofficità di un dolce, senza sapere che dietro c'è lo zampino dello yogurt.
Questo perché i latticini vengono utilizzati per creare creme soffici e gustose, e anche per dare una consistenza diversa ai dolci di base che poi, generalmente, vengono farciti.

Un tempo, quando la cucina era povera e frugale, i dolci venivano preparati impinguando il pane ed erano principalmente riservati ai nobili. Nel periodo dei greci e dei romani ritroviamo già tracce dei primi dolci, ottenuti con uova, farina, latte e farciti con mandorle, frutta, miele, noci e formaggi molli.
Per avere una vera svolta in questo ambito, occorre aspettare la fine del Cinquecento: in questo periodo lo zucchero inizia ad essere più facilmente reperibile e cuochi e pasticceri si ingegnano per la creazione di creme e impasti. Il burro inizia a essere introdotto nel Settecento, mentre le golose torte al cioccolato iniziano a far capolino nell'Ottocento.

Scopriamo quali sono i formaggi e i latticini più utilizzati in ambito dolciario e sveliamo qualche ricetta per poterli utilizzare al meglio!

DOLCI SICILIANI

Cannoli La ricotta è uno dei latticini più usati nella preparazione dei dolci della tradizione italiana. Soprattutto in Sicilia, dove le vetrine della pasticceria vantano cassate e cannoli, deliziosi e belli da vedere. Questi dolci sono frutto di un'idea semplice e veloce: mescolare la ricotta con lo zucchero per ottenere una crema. La ricotta è, infatti, un tipico prodotto della tradizione siciliana.
La cassata siciliana risale al periodo in cui gli Arabi dominavano l'isola, importando la canna da zucchero e gli agrumi. I più ingegnosi unirono questi ingredienti per loro nuovi, alla tradizionale ricotta locale, ottenendo una prima tipologia di cassata. Nel 1100 furono apportate delle modifiche a questo dolce, per merito delle Suore della Martorana di Palermo, che crearono l'involucro a base di pasta reale, un composto molto dolce fatto di farina di mandorle e zucchero. Ma la cassata così come la conosciamo oggi risale all'arrivo degli spagnoli in Sicilia, con i loro usi in cucina. E fu così che il pan di Spagna fu introdotto (il nome è stato coniato come omaggio a questo popolo) e la ricotta divenne ancora più gustosa grazie alle gocce di cioccolato. I canditi sono il tocco finale, aggiunti durante il periodo Barocco per decorare questo dolce. I cannoli siciliani sono un altro dolce della tradizione isolana. Prendono questo nome dalle canne di bambù, su cui la sfoglia veniva stesa per ottenere la forma cilindrica che tutti conosciamo. Oggi vengono utilizzati degli appositi utensili in metallo, facilmente reperibili. Il ripieno, però, è quello di un tempo: ricotta setacciata, impreziosita con canditi e gocce di cioccolato fondente. Vengono decorati con arancia candita o gocce di cioccolato e zucchero a velo.

DOLCI CAMPANI

Pastiera napoletana La Sicilia non è l'unica ad utilizzare la ricotta come ingrediente principale per la preparazione dei dolci. Anche in Campania questo latticino riesce a trovare largo impiego in pasticceria. Come nella torta ricotta e pere, tipico dolce della Costiera Amalfitana. Questa torta è composta da due dischi di biscotto alla nocciola, che racchiudono una farcia di crema di ricotta, panna e pere. È un dolce che va riposto in frigo e spolverizzato con dello zucchero a velo, prima di poterlo portare in tavola per gustarlo.
Anche la pastiera di grano è una specialità tipica della tradizione campana, soprattutto nel napoletano. Viene preparata durante le feste di Pasqua, con un procedimento abbastanza lungo ed elaborato. È composta da una base di pasta frolla e un ripieno ottenuto con ricotta, grano setacciato, uova e aroma di fiori d'arancio.
Infatti, una delle caratteristiche di questo dolce è proprio il profumo che si può sentire nel momento in cui viene tagliato, ripagandoci di tutte le fatiche! Esiste anche un'altra versione di questo dolce, che prevede l'utilizzo del riso al posto del grano. Diverse leggende accompagnano la nascita di questo dolce, come quella che vede la sirena Partenope come la prima ideatrice di questo dolce, preparato forse per un'offerta votiva di Primavera. Un'altra versione racconta di pescatori che riuscirono a sopravvivere per giorni in balia delle onde, mangiando della pasta con ricotta, grano, uovo e aromi. A ogni modo la pastiera è da sempre caricata di significati simbolici, come la rinascita e la salvezza e proprio per questo è associata alla pasqua come dolce tipico campano di questo periodo.

DOLCI CLASSICI

Tiramisù fragola e cioccolato Le ricette che prevedono la ricotta tra gli ingredienti sono davvero molte. Utilizzandola è possibile conferire sofficità alle nostre torte. È il caso della torta di mele: ottima anche da mangiare a colazione e molto apprezzata dai bambini*, sembra preparata seguendo i consigli della nonna.

Tra i formaggi freschi molto usati in pasticceria, c'è il mascarpone. Viene utilizzato principalmente per ricavarne una crema fresca molto versatile, da utilizzare per farcire diversi dolci. Durante le feste di natale si prepara questa crema spalmabile da poter consumare con il pandoro.

Ma questo ingrediente è la vera star di uno dei dessert più preparati: il tiramisù. Il tiramisù è un dolce fresco la cui ricetta può essere personalizzata in base ai propri gusti. La versione originale prevede l'utilizzo di biscotti savoiardi tuffati prima nel caffè e poi disposti in una pirofila, creando degli strati intervallati dalla crema. Uno dei pregi di questo dolce è la mancanza di cottura ed è per questo che si presta bene ai periodi estivi, in cui non abbiamo voglia di accendere il forno.
Le ricette per la preparazione di questo dolce sono molte ed è possibile trovarne alcune che prevedono l'utilizzo della frutta e l'assenza di caffè. La ricetta più diffusa è quella del tiramisù alle fragole, uno di quei dessert facili e veloci da preparare, ma soprattutto freschi, da mangiare alla fine di un pasto o come merenda pomeridiana.

Una torta al mascarpone è quello che ci vuole quando si intende preparare uno di quei dolci dal sapore speciale. Un dolce soffice, dal cuore cremoso che non deluderà nessuno.

Perché, grazie ai formaggi, è possibile preparare in casa dolci degni delle migliori pasticcerie! E continuiamo allora con un grande e indiscusso dolce che abbiamo importato direttamente dall'America!

*sopra i 3 anni

CHEESECAKE

Cheesecake ai frutti di bosco La cheesecake è un altro dolce dalle mille varianti, composto da una base secca, generalmente ottenuta con biscotti sbriciolati e burro fuso, e un ripieno di formaggio spalmabile, amalgamato con zucchero e altri ingredienti. Si tratta di un semifreddo dalle origini americane, ma le preparazioni differiscono in base al paese in cui ci si trova. Infatti, la versione americana prevede la cottura in forno, a differenza di quella inglese che vuole che il dolce sia fresco e senza cottura. Per la base della cheescake è possibile utilizzare anche del pan di Spagna o della pasta frolla, modificando un po' la ricetta. Il bello di questo dessert è che possiamo personalizzarlo in base al nostro gusto: frutti di bosco, frutta secca, cioccolato bianco o nero, marmellate, crema al limone tutto quello che preferiamo! Ad esempio, come resistere a una cheesecake ai frutti di bosco, così bella, buona e fresca?
Prima di essere servito, occorre riporre il dolce in frigo per alcune ore, per fare in modo che si stabilizzi.
Chi preferisce può utilizzare la ricotta al posto del formaggio spalmabile.

DOLCI CON YOGURT

Crema allo yogurt Lo yogurt è un altro latticino molto utilizzato in pasticceria, soprattutto quando preferiamo preparare dolci dal gusto più leggero, da consumare soprattutto a colazione.
Con questo ingrediente magico possiamo creare torte, ciambelle, gelati, dolci semi freddi e biscotti.
Da provare i muffin allo yogurt, profumatissimi e buoni, oppure i biscotti allo yogurt, da gustare con il caffè o una buona tazza di tè.

Va aggiunto agli altri ingredienti mescolando delicatamente, per evitare che si sgonfi; e può essere un buon sostituto della panna. Insomma, è un vero aiuto in cucina. Ancora, si può creare una semplice crema allo yogurt, da poter gustare alla fine di un pasto o come merenda. È molto semplice da realizzare, e possiamo presentarla in tavola usando delle coppette o dei barattolini di vetro, per un dessert sobrio ma allo stesso tempo raffinato.
Chi preferisce preparare dei dolci senza uova, può utilizzare dello yogurt a temperatura ambiente, da poter gonfiare con lo zucchero e un po' di acqua calda.

Il dessert è un ottimo modo per completare un pranzo o una cena e alzarsi da tavola soddisfatti. In base al tipo di dolce che abbiamo preparato, possiamo scegliere di servirli a tavola sui dei graziosi piattini, o di presentarli su un'alzatina per dolci. Per quanto riguarda i dolci al cucchiaio, come il tiramisù, è possibile creare delle porzioni monodose già durante la fase di preparazione.

E ora, fatevi aiutare dai formaggi e dai latticini per scegliere quale dolce preparare!