Come cucinare le alici

Galbani
Come cucinare le alici
Le acciughe, da non confondere con le sarde, sono chiamate anche alici nelle regioni meridionali, come Sicilia e Campania, e sono molto diffuse nei mari italiani. Questo pesce azzurro, infatti, è molto comune tra gli ingredienti di tantissime ricette campane e del Sud Italia. Si presta alla preparazione di gustosi antipasti, primi e secondi, e può essere preparato in tantissimi modi: fritto, marinato o anche ripieno. Se opportunamente abbattuto, può anche essere mangiato crudo con un pizzico di sale e un po’ di succo di limone. Tante sono le ricette che prevedono l'uso delle alici, a partire dalle polpettine a piatti semplici ma sempre gustosi. Vediamo insieme tanti consigli su come portare in tavola delle buonissime alici.

Come cucinare le alici fresche

Come cucinare le alici fresche Innanzitutto, prima della fase di acquisto, fate molta attenzione alle alici che avete intenzione di comprare. Scegliete delle alici fresche con una carne soda e compatta, un delicato odore di mare e soprattutto l’occhio limpido e per niente vitreo. Dopo averle acquistate, dovrete imparare come pulirle: un’operazione indubbiamente facile anche se non molto veloce.

Prendete un’acciuga alla volta ed evisceratela, pulendola accuratamente. Fatelo, utilizzando dei guanti in lattice monouso per facilitare tutta l’operazione. Delicatamente, usando semplicemente le mani, staccate la testa al pesce, trattenendola con i polpastrelli all’altezza delle branchie. Durante l’esportazione della testa, fate attenzione a rimuovere anche il resto delle interiora. Poi lavate le acciughe sotto acqua corrente fredda, per velocizzare la pulitura potete anche utilizzare un colino. Dopo, aprite il pesce a libro ed eliminate, sempre con le mani, la lisca centrale. Potete scegliere se eliminare la coda o meno, dipende molto dalla ricetta che avete deciso di realizzare.

Dopo averle lavate accuratamente, riponetele su un vassoio ricoperto con carta assorbente e lasciatele asciugare.

Esistono davvero tante preparazioni diverse per portare in tavola le alici fresche. Se state cercando una ricetta davvero semplice e veloce, provate a preparare le alici fresche al limone. Acquistate circa 800 g di alici fresche e pulitele accuratamente, eliminando le interiora, la liscia interna, la testa e la coda. Lavatele a lungo sotto l’acqua corrente e dividetele in due parti, lasciandole comunque attaccate per un lembo. Mettete ad asciugare su un vassoio e tagliate a pezzetti piccoli 1 spicchio d'aglio. Tritatelo insieme a 5 foglie di basilico e cospargetelo sulle alici aperte, per poi richiuderle nuovamente. Lavate sotto l’acqua corrente fredda 2 limoni e 3 pomodori grandi, poi tagliate sia i limoni che i pomodori a fette sottili.

Prendete una teglia da forno, versate 2 cucchiai di olio d’oliva e create una base di limoni e pomodori, poi uno strato di alici imbottite con aglio e basilico. Create più strati, fino a quando non avrete terminato le alici, che dovranno essere sistemate nella teglia molto strette tra loro. Aggiungete 1 pizzico di sale e una spolverizzata di pepe. Prima di infornare, aggiungete un altro filo d’olio extravergine di oliva e cuocete per circa 15 minuti a 200°. Servitele ancora tiepide.

Le alici fresche possono essere servite anche come antipasto senza cottura, preparando un’insalata di alici e verdure da servire in piccole coppette monoporzione. Prendete circa 10 alici e, dopo averle pulite accuratamente con dell’acqua fredda, mettetele ad asciugare e iniziate a preparare gli altri ingredienti. Preparate un trito di aglio e prezzemolo e sciacquate le verdure: 300 g di insalata belga, 1 sedano, 2 pomodori grandi. Tagliate le verdure a pezzi e disponetele in un recipiente capiente, aggiungete le alici, il trito di aglio, il succo di 1 limone, sale e pepe. Cospargete con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e accompagnate con dei crostini croccanti.

All’insalata potete aggiungere tutti gli ingredienti che preferite, come per esempio finocchi, olive nere, delle cipolline sottaceto, 1 trancio di tonno, radicchio o, ancora, carote à la julienne. Se vi va, inoltre, nello stesso modo potete preparare anche una buonissima insalata di arance: una ricetta facile facile, tipica del Sud Italia, che prevede di unire 2 arance tagliate a dadini, con 100 g di olive e 10 alici marinate.

Se invece volete utilizzare le alici per accompagnare altri contorni a base di verdure e pesce, non vi resta che preparare le alici marinate, perfette anche come antipasto all’italiana.

Per preparare le alici marinate, bisogna partire preparando la marinatura. Con l’aiuto di un mixer, unite 1 mazzetto di prezzemolo insieme a 1 spicchio d'aglio e a 50 ml di olio d’oliva. Tritate tutto per qualche istante e aggiungete il succo di 2 limoni grandi. Aggiungete sale e pepe nero quanto basta per insaporire la vostra ricetta.

Mettete, poi, da parte la marinatura e iniziate a pulire e a lavare 500 g di alici fresche, avendo la premura di non eliminare la coda e di non separare completamente i filetti di pesce. Disponetele in un recipiente capiente e immergetele nella marinatura, che deve durare per almeno 5-6 ore a temperatura ambiente e coperte con della pellicola trasparente. Più trascorre tempo, infatti, e più le alici saranno saporite. Trascorso il tempo necessario, eliminate la pellicola e versate circa 30 ml di aceto di vino bianco. Gustate le vostre alici marinate da sole o con dei crostini di pane appena sfornati e imburrati, non rimarrete delusi.

A proposito di pane e di alici, potete provare anche degli ottimi crostini con alici e mozzarella, per creare una variante ancora più golosa.

Le alici fresche possono essere preparate anche “alla povera”, seguendo una tipica ricetta toscana.

Dopo aver pulito circa 500 g di alici, adagiatele su una terrina, e cospargetele di 2 cipolle grandi e affettate a rondelle sottili, e condite con erbe aromatiche, come per esempio il timo e la maggiorana. Irrorate le alici e le cipolle con il succo di 2 limoni grandi e lasciate riposare la marinatura per almeno 1 ora. Scolate il limone che non è stato assorbito, condite con altre cipolle, sale e pepe a vostro piacimento. Fate riposare a lungo (almeno 12 ore) e servitele come gustoso antipasto, condito con un filo d’olio a crudo.

Come cucinare le alici ripiene al forno

Come cucinare le alici ripiene al forno Ci sono tantissime ricette campane per preparare le alici. Tra queste le alici ripiene e gratinate al forno, uno dei piatti di punta della cucina campana, che si ripropone soprattutto durante il periodo di Natale. Oltre a essere una buonissima preparazione, questa ricetta piena di gusto si prepara senza difficoltà e in modo veloce: piacerà proprio a tutti anche ai bambini*.

Dopo aver pulito e lasciato asciugare circa 400 g di alici, ricoprite con carta forno una teglia. Versateci un po’ di olio extravergine di oliva e disponete il pesce, completamente aperto, con la parte esterna rivolta verso il basso. Sulla parte interna della carne distribuite un trito di aglio e prezzemolo, salate e pepate accuratamente. Coprite, poi, le vostre alici con del pangrattato e versate un filo d’olio d’oliva. Infornate la teglia a 180° per circa 10-15 minuti, fino a quando la panatura non vi sembrerà perfettamente dorata. Gustale calde, da sole o condite con una semplice insalata e un po’ di succo di limone. Saranno un vero successo.

*sopra i 3 anni

Come cucinare le alici con la pasta

Come cucinare le alici con la pasta Oltre che come secondo piatto o come antipasto, le alici sono perfette anche come condimento per la pasta, in particolare, per gli spaghetti. Per cucinare un fantastico primo piatto, iniziate facendo rosolare in una padella 1 cucchiaio di olio d’oliva con 1 spicchio d'aglio e del peperoncino tritato. Aggiungete circa 200 g di pomodori pelati e, se volete, 3-4 pomodorini, di tipo pachino.

Lasciate cuocere per circa 15 minuti, aggiungete 4 foglie di basilico fresco e una decina di alici spinate, tagliate a piccoli pezzi. Aggiungete un po’ di prezzemolo e un altro filo d’olio. Mettete a bollire in una pentola abbondante acqua salata e, una volta raggiunto il bollore, cuocete 500 g di spaghetti, lasciando la cottura al dente.

Scolate la pasta e conditela con il sugo appena preparato. Aggiungete una fogliolina di basilico o altro prezzemolo tritato. Assolutamente da mangiare quando il piatto è ancora caldo e fumante.

Come cucinare le alici in tortiera

Come cucinare le alici in tortiera Se non avete mai mangiato le alici in tortiera, dovete assolutamente rimediare, preparando subito questo piatto gustoso, tipico della Campania. Le alici in tortiera, infatti, non solo sono facili da preparare, ma anche veloci e buonissime.

Iniziate lavando accuratamente 600 g di alici. Lasciatele a scolare in uno scolapasta, senza togliere la spina interna. Quando saranno abbastanza asciutte, disponetele in una terrina, che potete utilizzare per la cottura in forno, e cospargete sulla superficie un trito di aglio, prezzemolo e semi di finocchio. Aggiungete anche sale e pepe e versate mezzo bicchiere di vino bianco unito a 1 filo d’olio extravergine d’oliva.

Prima della cottura, se vi va, aggiungete anche 40 g di capperi tritati, 5-6 foglie di basilico fresco, 30 g di pecorino e 30 g di pangrattato. Lasciate cuocere in forno per 10 minuti a 200°. A fine cottura, lasciate riposare per almeno 20 minuti (non va servito troppo caldo) e accompagnate con una semplice insalata di lattuga romana.

Le alici in tortiera, oltre ad essere un fantastico secondo piatto, possono anche essere servite da antipasto. Potete disporle in monoporzioni e avere così un buonissimo tortino di alici, da offrire a ciascuno dei vostri invitati. E se vi piace l'idea dei tortini, provate una variante delle alici: il tortino con fiori di zucca e formaggio.

Come cucinare le alici indorate e fritte

Come cucinare le alici indorate e fritte A Natale, sulle tavole imbandite, non possono mancare le alici indorate e fritte. Come molte altre ricette che hanno tra gli ingredienti questo pesce, anche questa è di origine partenopea. Se volete prepararle, sappiate che dopo non ne farete più a meno.

Acquistate circa 600 g di alici fresche e pulitele, eliminando la lisca interna, senza però separare completamente i due filetti del pesce. Lavatele sotto abbondante acqua fredda e mettetele a scolare. Nel frattempo, preparate uno sbattuto di 2 uova, con sale e pepe. Prendete un’acciuga alla volta e cospargetela di farina, poi passatela nell’uovo sbattuto. In una padella antiaderente, scaldate abbondante olio di girasole, poi friggete le alici, facendole cuocere su entrambi i lati, fino a quando non saranno completamente dorate. Man mano, disponete le alici fritte su un piatto molto ampio, foderato di carta assorbente. Salate leggermente le alici e servitele su un piatto di lattuga, accompagnate da qualche spicchio di limone.

Ripiene di mozzarella, poi, le alici fritte sono ancora più golose!

Come cucinare le alici al forno

Come cucinare le alici al forno Anche al forno le alici possono essere preparate in tanti modi! Se volete stupire i vostri ospiti con un aperitivo, preparate i rotolini di alici, da servire molto caldi o anche soltanto tiepidi.

Pulite circa 500 g di alici, eliminando la lisca interna e la testa. Non separate completamente i filetti del pesce, ma apriteli a libro. Preparate le alici ripiene, realizzando un trito di origano, 20 g di capperi, la buccia grattugiata di 1 limone, 1 filo d’olio e 1 spicchio d’aglio tritato.

Con le alici ripiene, aiutandovi con le mani, fate dei rotolini e disponeteli su una teglia, rivestita di carta da forno. Aggiungete un po’ di ripieno anche sulla superficie delle alici. Cospargete con pangrattato e una spolverizzata di pepe nero e origano. Se la teglia è grande, potete anche aggiungere delle patate, circa 4-5 tagliate a fettine sottili e condite con olio, sale e pepe. Cuocete in forno caldo, per circa 8-10 minuti, a 180°. Se volete servirle come finger food, infilzatele con degli stuzzicadenti e una tirerà l’altra!

Un’altra invitante ricetta da preparare al forno è senz’altro quella delle alici alla pizzaiola.

In una terrina disponete 400 g di alici, pulite e lavate accuratamente. Conditele con circa 100 g di pomodorini tagliati a pezzetti, 1 spicchio d’aglio, origano e sale. Aggiungete 1 filo d’olio e cuocete in forno per 20 minuti a 220°.