Come si cucina il mango

Galbani
Il mango è un frutto esotico dalla forma ovale e dalla buccia colorata, di un tipico colore rosso e arancione, caratterizzato da una polpa molto dolce e succosa. In cucina, questo frutto può essere utilizzato in tantissime ricette: nei dolci o nei primi piatti, abbinato al pesce, come per esempio il salmone. Senza dubbio il modo più buono per mangiarlo è quello di gustarlo sbucciato e tagliato a pezzi o con zucchero e limone. Vediamo insieme tante idee per utilizzarlo in cucina, dalle marmellate ai contorni.

COME CUCINARE CON IL MANGO

COME CUCINARE CON IL MANGO Il mango è un frutto tropicale dal sapore dolce, originario dell’Asia e, in particolare, dell’India. Può essere gustato in tantissimi modi. Se volete mangiarlo al naturale, innanzitutto, va acquistato quando è già abbastanza maturo. Se, infatti, è ancora acerbo rischia di avere un gusto molto aspro e poco invitante. Tra i trucchi per capire se il frutto è maturo, provate a tastarlo con le dita: se vi sembra abbastanza morbido allora è pronto per essere gustato, altrimenti, se è duro, deve ancora raggiungere la piena maturazione e in tal caso lasciatelo fuori dal frigorifero.

Se invece è abbastanza maturo, lavate bene la buccia esterna e tagliatelo in due parti. Con un coltello eliminate il nocciolo che, in particolare, può anche essere conservato per essere piantato (la pianta, infatti, può crescere anche in vaso).

Se la buccia esterna vi sembra troppo dura, sbucciatelo, poi tagliatelo a cubetti o a fettine da consumare così o insieme ad altri tipi di frutta come 7-8 fragole, una papaya e 2 mele, per farne una macedonia o dei frullati a base di latte (125 ml) e frutta (1 mango), buonissimi da gustare anche a colazione.

Il mango è buonissimo anche da aggiungere ai centrifugati, da bere soprattutto durante la stagione estiva. L’abbinamento perfetto, in questo caso, è con cardamomo e mele. Delizioso e buono: sicuramente da aggiungere ad una colazione gustosa, l’ideale per ogni bambino*.

Se volete preparare un frullato a base di mango, iniziate lavando bene il frutto e togliendo il nocciolo centrale. Con un frullatore, riducetelo in purea e aggiungete 125 ml di latte di cocco, il succo di un lime, 2 cucchiai abbondanti di yogurt bianco e 4 o 5 cubetti di ghiaccio. Frullate di nuovo la frutta per ottenere un composto molto denso e cremoso. Se vi sembra ancora un po’ aspro, aggiungete 2 cucchiaini di zucchero di canna. Per un risultato più buono e profumato, aggiungete anche qualche fogliolina di menta o una grattugiata di zenzero.

Per i dolci, è sicuramente buonissima e invitante la crema pasticcera al mango, perfetta e veloce da preparare per farcire delle gustose e fragranti sfoglie di pasta frolla, un semplice Pan di Spagna o una torta con panna e frutta di stagione. Prendete un mango maturo, tagliatelo a fettine, eliminando la buccia. Frullate la polpa e fatela bollire. Poi, miscelate con un frullatore 110 g di zucchero, circa 12 g di amido di mais e 2 uova, meglio se utilizzate soltanto i tuorli. Quando la polpa è pronta, aggiungetela al composto di zucchero e cuocete per circa 10 minuti.

Il mango, però, oltre che nei frullati e nelle preparazioni dolci, può essere utilizzato anche come ingrediente in preparazioni salate. Per esempio, è l’ingrediente perfetto per preparare delle insalate veloci, ottime da mangiare durante la stagione estiva. Si sposa perfettamente con l’astice, i gamberi e in generale con i frutti di mare. Il suo sapore è piacevolmente esaltato dalla frutta secca come le arachidi, e dall’avocado. Ottimi gli spiedini di gamberi da cucinare in padella o in forno, da provare sia con il mango che con la papaya.

Se vi piacciono le salse per condire le insalate, provate ad utilizzare la salsa al mango, deliziosa anche per aggiungere un tocco di sapore a panini o a secondi piatti a base di carne: per esempio il pollo, o per antipasti a base di finger food. Per preparare la salsa piccante al mango, lavate accuratamente il frutto ed eliminate nocciolo e buccia. Frullatela o, se il frutto è molto maturo, utilizzate una forchetta. Tagliate un peperoncino fresco nel senso della lunghezza, eliminando i semi bianchi all’interno. Riducetelo a dadini e mescolatelo al mango. Frullateli a lungo in un mixer per ottenere un composto omogeneo, aggiustando il sapore con un pizzico di sale.

*sopra i 3 anni

COME CUCINARE MANGO E PAPAYA

COME CUCINARE MANGO E PAPAYA Il mango si abbina perfettamente alla papaya sia in preparazioni dolci che salate.

Se volete preparare una raffinata e buonissima insalata con mango e papaya, in una terrina mescolate uno scalogno tritato con circa 300 g di insalata verde e, se volete, aggiungete anche 50 g di coriandolo tritato. In un piatto tagliate la papaya in due parti, eliminando la buccia e i semi. Dividetela in quattro spicchi e tagliate la polpa a fettine sottili.

Disponete la papaya sopra l’insalata e aggiungete anche un peperone tagliato a striscioline sottili, poi, passate a preparare il mango. Lavatelo e privatelo della buccia, tagliatelo a dadini e aggiungetelo alle altre verdure. Condite, poi, con il succo di un lime, paprika e aglio tritato. Infine, aggiungete un cucchiaio di olio extravergine d’oliva con un pizzico di sale.

Servite con dei crostini fragranti di pane.

Se invece dell’insalata preferite un secondo piatto a base di pesce, preparate gli scampi con papaya e mango. In una casseruola fate bollire 3 litri di acqua salata con il succo di mezzo limone. Pulite 12 scampi privandoli della testa, ma lasciandogli la coda. Bolliteli nell’acqua e scolateli dopo circa mezzo minuto, lasciandoli poi asciugare su un foglio di carta assorbente. Per un risultato più gustoso, passateli anche in padella con una noce di burro. In un recipiente tagliate mezza papaya, mezzo mango e mezzo avocado a dadini non troppo piccoli, aggiungete un finocchio tagliato a tocchetti e circa 100 g di cicoria spezzata grossolanamente con le mani.

Mescolate gli scampi con la dadolata di frutta e verdura e condite con olio, sale, pepe e succo di lime. Se vi fa piacere, aggiungete anche una grattugiata di scorza di lime. Ecco a voi un piatto gustoso e veloce da preparare.

COME ABBINARLO ALLA FRUTTA

COME ABBINARLO ALLA FRUTTA Il mango si abbina a tanti tipi di frutta, soprattutto per preparare delle buonissime macedonie da mangiare in estate come dessert. Molto gustosa è sicuramente la macedonia con mango, papaya, mele e melone cantalupo, oppure una semplice macedonia con mango e ananas, condita con qualche spezia, come per esempio un pizzico di cannella per insaporire.

Se volete preparare la macedonia con mango e pere, lavate la frutta (un mango e due pere) a lungo sotto l’acqua corrente. Togliete la buccia e tagliate la frutta a dadini non troppo piccoli, lasciando almeno 2 cm di spessore. Aggiungete tutta la frutta in un recipiente capiente, poi un cucchiaio di zucchero di canna e il succo di mezzo limone. Se preferite, aggiungete anche qualche fragola oppure qualche ciliegia, togliendo il nocciolo e tagliandole a metà.

In alternativa, provate anche mango e arance condite con succo di limone o anche lime. In abbinamento con la macedonia, aggiungete 1 o 2 cucchiai di gelato o di yogurt.

Insieme alle banane potete preparare un ottimo crumble di mango, una vera delizia.

RICETTE SFIZIOSE DOLCI

RICETTE SFIZIOSE DOLCI Il mango si presta benissimo a tante preparazioni dolci, come per esempio i liquori e le conserve. Assolutamente da provare è la crema di mango, che può essere mangiata semplicemente come una mousse al cucchiaio, come condimento di yogurt e gelato o anche per una deliziosa cheesecake. Prepararla è davvero molto semplice. Scegliete un mango molto maturo, in modo da ottenere una crema dolce e saporita: se scegliete un mango duro, vi è il rischio che la crema risulti aspra e dal sapore legnoso.

Lavate il frutto accuratamente, tagliatelo a fette e privatelo della buccia. Frullatene la polpa, in mancanza di un frullatore, potete anche utilizzare una forchetta. Alla polpa, aggiungete 1 cucchiaio di zucchero, nel frattempo mettete a sciogliere, in acqua fredda, 2 fogli di gelatina di pesce. Montate 150 ml di panna fresca e, nel frattempo, cuocete la gelatina di pesce in un bicchiere di latte intero.

Aggiungete la polpa zuccherata del mango al latte ancora tiepido e, con una frusta, amalgamatela (una volta raffreddata) agli altri ingredienti, facendo attenzione a non smontare la panna. Dopo aver ottenuto un composto omogeneo, trasferitelo in delle coppette e lasciatelo riposare per qualche ora in frigorifero. Se vi piacciono molto le creme a base di frutta, potete variare gli ingredienti della crema di mango, aggiungendo anche altri tipi di frutta come per esempio l’ananas.

Un tipico dolce thailandese è invece il mango sticky rice, che consiste in un tortino a base di riso, cotto nel latte di cocco, dolcificato con zucchero di canna e condito con una salsa di mango.

Prepararlo è semplice anche se gli ingredienti vanno acquistati nei negozi specializzati. Lo sticky rice, infatti, è un tipo di riso glutinoso.

Lasciate riposare per 40 minuti una tazzina di riso in una ciotola con una tazzina e mezzo di acqua. Fate poi cuocere il riso a vapore. Versate, successivamente, 250 ml di latte di cocco in un pentolino e fatelo bollire aggiungendo 2 cucchiai di zucchero. Tagliate un mango a fette e unite il latte al riso cotto.

Ora sistemate gli ingredienti in un piatto da portata: prima il riso mescolato con il latte di cocco e sopra, adagiato, il mango a fette. Potete sostituire quest'ultimo con il mango frullato.

Se volete rivisitare un dolce classico provate a realizzare il tiramisù con il mango o la cheesecake con questo frutto tropicale.

RICETTE SFIZIOSE SALATE

RICETTE SFIZIOSE SALATE Oltre che in preparazioni dolci, il mango può essere utilizzato anche in preparazioni salate. Una ricetta esotica, tra le ricette tropicali più famose, gustosa e assolutamente da provare se amate il sapore agrodolce e piccante, è il chutney di mango, una salsa densa e piccante che si abbina perfettamente a carne, pesce e verdure (tra cui i finocchi).

Per preparare il chutney di mango, sbucciate e tagliate a cubetti un mango, mettendolo poi in una ciotola. Lasciatelo in frigorifero per almeno 3 ore, nel frattempo passate a preparare gli altri ingredienti. Tritate una cipolla media, lo zenzero (2 cm di una radice) e uno spicchio di aglio e in un pentolino sciogliete 2 cucchiai di zucchero in 30 ml di aceto di mele. Una volta raggiunta l’ebollizione, aggiungete il mango (con il succo che ha rilasciato), gli aromi tritati, un cucchiaino di semi di senape, il peperoncino e una spolverizzata di curcuma e cardamomo. Aggiungete un bicchiere di acqua e lasciate cuocere per almeno un’ora, girando di tanto in tanto. Una volta evaporata l’acqua, quando il liquido è ridotto quasi a sciroppo, di giallo intenso, spegnete il fuoco e lasciatelo a raffreddare in frigorifero. Utilizzatelo quando preferite: si abbina, infatti, a tanti cibi diversi, tutti da provare.

Un’altra ricetta assolutamente da preparare è la dadolata di zucchine con mango e mele. Per prepararla, sia come secondo piatto che come contorno, tagliate 2 mele e un mango a dadini, grossolanamente. In una padella antiaderente fate scaldare un filo d’olio d’oliva e saltate la dadolata di frutta appena tagliata. Aggiungete mezzo bicchiere di acqua e completate la cottura fino a quando la frutta non si è completamente ammorbidita.

A fine cottura aggiungete un cucchiaio di curry e un altro goccio di acqua calda. Trasferite la frutta in un contenitore con i bordi alti e con un mixer frullate la frutta per ottenere una crema omogenea. Se è troppo densa, aggiungete 1 cucchiaio o 2 di succo di mela.

Mentre fate raffreddare la frutta, tagliate 2 zucchine grossolanamente e saltatele in padella con un filo d’olio, lasciandole croccanti. Aggiungete un pizzico di sale e di pepe, infine condite con la crema a base di frutta. Fate rosolare ancora per 1 minuto in padella e servite con qualche crostino croccante.