Come fare le uova di pasqua

Galbani
Come fare le uova di pasqua
Sta arrivando la Pasqua: gli scaffali dei supermercati e le vetrine dei bar si riempiono di uova di cioccolato di tutti i tipi. Confezioni colorate e allegre, uova decorate a mano, cioccolato bianco, al latte o fondente, con le mandorle o con le nocciole. Un’immensa e golosa varietà per soddisfare i gusti di tutti, grandi e piccini*. Oggi vedremo insieme come prepararle in casa, come fare se non si dispone di uno stampo e sperimenteremo tante idee per creare delle uova di Pasqua a regola d’arte: inoltre, sarete voi a scegliere la sorpresa da far trovare nelle uova dei vostri cari o amici. Tuttavia, anche quando finiscono le festività pasquali, in dispensa rimangono sempre una o più scatole a chiusura ermetica con gli avanzi delle uova e oggi vi proporremo tante ricette per utilizzare tutto quel buonissimo cioccolato.

*sopra i 3 anni

Come fare le uova di Pasqua in casa

Come fare le uova di Pasqua in casa Fare le uova di Pasqua in casa è facile e divertente: basteranno solo pazienza e precisione, il resto lo lascerete fare all’entusiasmo di portare in tavola, alla fine del pranzo di Pasqua, il vostro uovo fatto in casa, perfetto anche come dolce regalo per gli amici più speciali.

Per prima cosa dovete imparare a temperare il cioccolato. Il temperaggio è il trattamento termico del cioccolato che bisogna seguire quando si preparano le uova di cioccolato o i cioccolatini in casa. Infatti, se vi limiterete semplicemente a fonderlo e a lasciarlo indurire, il cioccolato si altererà nella sua struttura risultando opaco e non croccante, cedevole al tatto e poco fragrante. Questo per via del burro di cacao che, dopo la fusione, non riprende più la sua forma cristallina regolare. Ed è per questo motivo che si ricorre al temperaggio che permette al cioccolato fuso di tornare duro, croccante, lucido, profumato e vellutato all’assaggio. La temperatura di fusione consigliata è di 45°, per tutti i tipi di cioccolato. Una volta fuso, lo si riporta ad una temperatura che può oscillare tra i 24° e i 27°, spatolando o mescolando. Il movimento con la spatola è molto importante perché aiuta la corretta concentrazione dei cristalli mentre il burro si rapprende. Il temperaggio può essere effettuato attraverso tre metodi diversi: per spatolatura, per innesto e per raffreddamento a bagnomaria. Questo metodo, utilizzato soprattutto per preparare le uova di Pasqua in casa, richiede una certa accortezza perché l’acqua del pentolino potrebbe contaminare il cioccolato, compromettendo drasticamente il risultato finale. Fate pertanto molta attenzione, ma non abbiate paura e mettetevi subito ai fornelli.

Per confezionare l’uovo perfetto vi serviranno: un pentolino per il bagnomaria; un termometro; una ciotola compatibile con il diametro del pentolino; un coltello a lama lunga e affilata; un tagliere; un leccapentola; una spatola.

Scaldate l’acqua per il bagnomaria, senza farla bollire ma portandola a 55-60°: il termometro è un alleato indispensabile se volete temperare il cioccolato. Su un tagliere, sminuzzate due stecche di cioccolato dal peso di 500 g l’una; ricavatene dei pezzetti omogenei e raccoglieteli nella ciotola. Appoggiatela sul bagnomaria e fondete il cioccolato mescolando con il leccapentola finché non sarà completamente fuso. La sua temperatura dovrà essere di circa 45°, o poco più per il tipo fondente. Colate circa 2/3 della massa su un piano di marmo freddo, stendetene uno strato sottile con la spatola e raccoglietelo aiutandovi con un raschietto. Ripetete l’operazione più volte finché non comincia a rapprendersi e a diventare opaco. Recuperatelo e unitelo al cioccolato caldo rimasto nella bacinella. Mescolate fino ad aumentare la temperatura nuovamente tra i 30° e i 31°. Verificate, con la punta della spatola o con un cucchiaio, che rapprenda velocemente: significa che è alla giusta temperatura di lavorazione.

A questo punto avrete un cioccolato perfettamente temperato, pronto per trasformarsi in golose uova di Pasqua.

Ricordate che la giusta temperatura di lavorazione varia in base al tipo di cioccolato che utilizzate: 27-28° per il cioccolato bianco; 28-29° per quello al latte; 30-31° per il fondente.

Come fare le uova di Pasqua con lo stampo in silicone

Come fare le uova di Pasqua con lo stampo in silicone Utilizzare uno stampo di silicone per preparare un uovo di Pasqua è sicuramente il metodo più sicuro per ottenere un risultato eccellente, degno dell'alta pasticceria.

Dopo avere temperato a regola d’arte 600 g di cioccolato ed esservi divertiti con un’operazione che riesce, nella sua complessa delicatezza, a regalare grandi soddisfazioni agli amanti della pasticceria, è arrivato il momento di modellare il cioccolato e versarlo negli stampi a forma di guscio che daranno vita al vostro dolce, simbolo della tradizione pasquale.

Gli stampi di silicone possono essere morbidi o rigidi e sono molto pratici per creare facilmente e in modo pratico e veloce gusci perfetti da unire tra loro.

Per prima cosa, dopo averlo temperato a dovere, fate colare il cioccolato negli incavi di due stampi di circa 15 cm, ruotateli in tutte le direzioni, distribuendo il cioccolato uniformemente su tutta la superficie dello stampo. Fate poi colare l’eccesso nuovamente nella ciotola. Quando il cioccolato comincia a rapprendersi, rifilatelo lungo i bordi, appoggiate gli stampi capovolti su una gratella con sotto un foglio di carta da forno e lasciatelo indurire. Quando il cioccolato si sarà in parte rappreso, raschiate via dai contorni le eventuali sbavature, procedendo molto delicatamente con l’aiuto di un coltellino dalla lama liscia e affilata e lasciate riposare per almeno 8 ore. Alla fine, se il cioccolato è stato temperato correttamente, il mezzo uovo si staccherà senza difficoltà. Trascorso il tempo necessario, avrete ottenuto dei gusci lucidi e lisci; indossando un paio di guanti di lattice, sformateli e appoggiateli per un istante su una placchetta appena riscaldata, così da ammorbidire i bordi e saldateli tra loro facendoli combaciare perfettamente…non prima di avere nascosto all’interno una bella sorpresa! Lasciateli riposare così per almeno 30 minuti per essere sicuri che siano ben uniti, quindi preparate decorazioni e confezione per il vostro personalissimo uovo di cioccolato dalla forma perfetta.

Esistono anche stampi che contengono la forma per diversi gusci, potrete così preparare delle piccole uova di Pasqua da mettere sulla tavola delle feste come segnaposto per ogni bambino* che dovrà aspettare la fine del pranzo per soddisfare la curiosità di scoprire la piccola sorpresa celata all’interno delle uova.

*sopra i 3 anni

Come fare le uova di Pasqua senza stampo

Come fare le uova di Pasqua senza stampo Se non disponete del classico stampo in silicone, potete divertirvi con in vostri bambini* a preparare uova di Pasqua perfette utilizzando un semplice palloncino colorato. Come? Stemperate il vostro cioccolato e trasferitelo in una ciotola molto capiente; gonfiate dei palloncini di medie dimensioni (per un palloncino ci vorranno circa 250 g di cioccolato) e immergeteli nella ciotola tenendoli dal nodo che li chiude; fateli roteare fino a quando l’intera superficie non sia completamente ricoperta di cioccolato. Fateli sgocciolare e appoggiateli con la parte inferiore su una placca rivestita di carta da forno dove avrete versato con un cucchiaio una piccola quantità di cioccolato per fermare le uova e lasciate che il cioccolato si rapprenda. Prendeteli, staccate delicatamente la base di cioccolato, avendo cura di non spaccare il cioccolato, e con un ago pungete il palloncino dalla parte che fuoriesce. Piano piano si sgonfierà e voi riuscirete ad estrarlo dall’uovo.

È un lavoro divertente: provate a farlo con i bambini* dopo aver preparato anche una scenografica colomba pasquale e tanti piccoli cupcakes di Pasqua alla crema al mascarpone per un buffet di dolci pasquali all'insegna della golosità.

*sopra i 3 anni

Come fare le uova di Pasqua senza termometro

Come fare le uova di Pasqua senza termometro Il metodo per fare le uova di Pasqua senza termometro consiste nell’utilizzare uno strumento che in cucina è sempre molto utile per tante preparazioni: il forno a microonde.

Attraverso questo strumento si mette in atto il metodo di temperaggio per innesto, pertanto il cioccolato viene fuso nel forno a 500 W in due passaggi.

Vi descriviamo qui di seguito il procedimento. Prendete 2/3 del cioccolato che vi serve per preparare le uova e mettetelo in una ciotola per forno a microonde a 500 W, mescolando ogni 30 secondi: il cioccolato dovrà fondere lentamente e non superare mai i 45°. Incorporate quindi il cioccolato rimasto e mescolate finché la temperatura non sarà scesa a 31°.

Un metodo facile e veloce che vi permette di accorciare i tempi di lavorazione del cioccolato ed ottenere un risultato ottimale anche senza il termometro.

A questo punto, oltre al cioccolato per le uova di Pasqua, avrete ottenuto il cioccolato fuso per fare deliziosi lavoretti da fare insieme ai vostri bambini*.

*sopra i 3 anni

Come fare l’uovo di Pasqua con nocciole

Come fare l’uovo di Pasqua con nocciole Se volete arricchire il vostro uovo di Pasqua con il gusto intenso delle nocciole, dovrete prepararle tostandole in padella e riunendole in una ciotola con il cioccolato che verrà versato nei gusci delle vostre uova.

Per prima cosa, tritate 600 g di cioccolato fondente o al latte e procedete al temperaggio, verificando, in base al tipo di cioccolato scelto, la giusta temperatura di lavorazione. Riempite gli stampi, fateli roteare fino a coprirne interamente la superficie e capovolgeteli su una gratella sistemata sopra una grossa ciotola in cui terrete il cioccolato da mescolare alle nocciole. Lasciate che i gusci si rapprendano e, nel frattempo, tostate in padella circa 100 g di nocciole tritate grossolanamente con un coltello a lama lunga e liscia. Mescolatele al cioccolato nella ciotola e, se necessario, riscaldatele per qualche minuto a bagnomaria. Una vota che il cioccolato dei gusci si è rappreso, dopo aver limato bene i bordi con un coltellino, versate il composto di cioccolato e nocciole in entrambi i gusci e roteate anche questa volta per distribuire bene le nocciole su tutta la superficie. Lasciate rassodare così per circa 6 ore, quindi procedete alla chiusura dell’uovo: indossando dei guanti di lattice, adagiate i gusci su una piastra calda, lasciate che si ammorbidiscano leggermente e, dopo aver sistemato all’interno la sorpresa, uniteli facendo in modo che i bordi aderiscano perfettamente.

Come decorare le uova di Pasqua

Come decorare le uova di Pasqua Se volete decorare le uova di Pasqua, dovete cominciare con il rifinire la giuntura con una crema preparata con il cioccolato avanzato dalla lavorazione delle uova. Raccoglietelo in una ciotola, fatelo sciogliere ancora a bagnomaria, unite un paio di cucchiaini di acqua e lavoratelo fino ad ottenere una crema morbida ma piuttosto consistente. Trasferitela in un cornetto di carta sul quale avrete inserito una sottile bocchetta a stella. Sistemate l’uovo sull’imboccatura di un vaso e fate scendere dal cornetto un sottile cordoncino di crema intorno al punto di unione dei due mezzi gusci. Lasciate riposare finché non si sarà rappreso.

E adesso dedicatevi alle decorazioni vere e proprie. Se avete manualità e fantasia, potete creare strisce, riccioli, griglie da applicare sulle uova di cioccolato attraverso un metodo semplice che richiede solo una pentola di rame capovolta e con il fondo riscaldato da un cannello.

Se siete curiosi e volete preparare decorazioni fantasiose, dopo aver fuso 500 g di cioccolato fondente con il metodo appena descritto, dovete stenderlo con una spatola su una striscia ritagliata da un foglio di acetato, un particolare materiale che troverete facilmente nei negozi specializzati. Per evitare che il foglio scivoli, sistematelo su un tagliere di silicone. Con l’aiuto di una spatola a pettine, rigatelo e recuperate l’avanzo in una ciotola. Piegate su se stesso il foglio quando il cioccolato è ancora caldo e lasciatelo rapprendere. Staccate le strisce con delicatezza e procedete ad applicare la decorazione sulle uova. Vi basterà appoggiare le estremità sul fondo di una pentola di rame o di una semplice padella antiaderente e farle sciogliere; applicate la parte calda sulle uova e mantenete con le mani fino a che il cioccolato non si sia completamente attaccato alla superficie dell’uovo.

Potete anche preparare uova piene di riccioli semplicemente colando il cioccolato temperato direttamente su un piano di lavoro di marmo, stendendolo con una spatola in uno strato sottile e raschiandolo dopo che si sia rappreso. Aiutandovi con un raschietto, arricciatelo in piccoli sigari in base alle dimensioni dell’uovo e, con movimenti circolari, dategli una forma conica. Appoggiate una parte laterale dei sigari su una placca calda e quando si sarà sciolta applicateli sulle uova per creare un simpatico alternarsi di riccioli.

Potete avvolgere le vostre uova di Pasqua anche in divertenti grigliette da creare con il cioccolato bianco per dare un’alternanza di colori che si presta anche a diverse decorazioni come quelle in pasta di zucchero, colorate e sfiziose. Per preparare la griglia, costruite un piccolo cono con la carta forno e riempitelo con il cioccolato temperato. Tagliate la punta del cono in modo da creare un’apertura di 1-2 mm e fate colare il cioccolato sul marmo formando una griglia. Lasciate rapprendere il cioccolato e la griglia sarà pronta per qualsiasi uso vogliate farne.

Ma le idee per decorare le uova di Pasqua sono davvero infinite. Semplice e veloce da realizzare, potete disegnare un'alternanza di strisce con il cioccolato bianco fuso; per un uovo di medie dimensioni per il quale avete utilizzato 500 g di cioccolato, dovete calcolare 100 g di cioccolato bianco, farlo fondere a bagnomaria, metterlo in un cornetto di carta e far scendere sottili strisce orizzontali sulla superficie dell’uovo.

Potete farcire le uova anche con delle glasse colorate, facili da preparare e da utilizzare. Lavorate 100 g di zucchero a velo con 2-3 cucchiaini di acqua fino ad ottenere una pastella densa e vischiosa; suddividetela in due ciotoline e unite a ciascuna qualche goccia di colorante alimentare diverso. Versate le glasse in un cornetto di carta con foro sottile e guarnite l’uovo. Completate il decoro con confettini colorati: attaccateli alla glassa e lasciate che si rapprenda. Bontà e bellezza, un binomio sublime per un perfetto lavoro di pasticceria fatto in casa.

Come utilizzare le uova di Pasqua rimaste

Come utilizzare le uova di Pasqua rimaste Dopo le festività, le uova di Pasqua avanzate sono una base preziosa per tante dolci magie di primavera. Il cioccolato sminuzzato al coltello o grattugiato è ideale per guarnire crostate, torte, coppe gelato, dolci alla panna, budini e bevande al latte. Sciolto a bagnomaria si presta alla preparazione di piccoli cioccolatini fatti colare negli appositi stampini. Per avere un risultato eccellente, temperate nuovamente il cioccolato, colatelo negli stampini multipli, spatolate la superficie per livellare, lasciate consolidare per qualche ora e sformate cioccolatini perfetti.

Con il cioccolato sciolto, potete anche velocemente ricoprire biscottini e scorze di frutta candita: se vi avanzano 100 g di cioccolato, scioglieteli a bagnomaria in una ciotola e immergete 70 g di scorzette di arancia infilzate su un stecchino. Depositatele su carta da forno e lasciatele raffreddare.

Potete utilizzare il cioccolato avanzato anche per preparare una morbida ganache per farcire una torta: scaldate 200 ml di panna fresca fino al primo bollore, versatela su 220 g di cioccolato grattugiato, fate riposare per un paio di minuti e mescolate con una frusta finché il cioccolato non si sarà sciolto. Vi basterà per ricoprire una torta dal diametro di 24 cm.

Il cioccolato fondente avanzato dalle uova di cioccolato è buonissimo se trasformato in un goloso budino preparato con farina, burro, zucchero, latte e vaniglia. Un dessert adatto ad un informale dopocena in famiglia o perfetto per una sfiziosa merenda pomeridiana.

Deliziosi biscotti di riso soffiato e cioccolato sono la preparazione ideale per non sprecare gli avanzi delle uova di cioccolato. Pochissimi ingredienti ed un risultato goloso per la gioia dei vostri bambini*. Raccogliete tutto il cioccolato che avete riposto nelle ciotole a chiusura ermetica e ricavatene circa 500 g; sciogliete 100 g a bagnomaria e versate il cioccolato fuso su una placca rivestita di carta da forno. Mettete nella ciotola 300 g di cioccolato e fatelo fondere con 150 g di riso soffiato. Mescolate con un leccapentola, poi, aiutandovi con una spatola, versate il composto sulla placca, coprendo il cioccolato precedentemente steso. Sciogliete a bagnomaria i restanti 100 g del cioccolato e versateli come copertura sul riso. Lasciate rassodare per qualche ora, dividete con un coltello lungo a lama seghettata e servite i vostri croccanti biscotti di riso e cioccolato.

Semplicemente sciolto in una crema pasticcera, il cioccolato delle vostre uova vi darà grandi soddisfazioni anche dopo le feste. Nulla di più semplice: eppure con questo dessert farete una gran bella figura in qualsiasi occasione. In una planetaria, montate 3 uova con 120 g di zucchero semolato; nel frattempo, scaldate su una casseruola 500 ml di latte fresco. Sciogliete a bagnomaria 100 g di cioccolato avanzato dalle uova di Pasqua. Aggiungete al composto che sarà diventato chiaro e spumoso 50 g di farina 00 e versate una parte del latte a filo. Staccate la ciotola dalla planetaria e mescolate con una frusta per evitare la formazione di grumi. Versate anche il cioccolato fuso, unite il resto del latte, mescolate velocemente e rimettete sul fuoco fino a raggiungere la densità desiderata. Distribuite la crema pasticcera al cioccolato in coppette di vetro, farcite con amaretti sbriciolati e servite.

Domenica mattina, la voglia di preparare una colazione speciale e veloce per coccolare i vostri cari e l’idea arriva quasi da sola: croissant al cioccolato! Facili e veloci da preparare, sono la meritata ricompensa per una settimana di fatiche.

Prendete un rotolo di pasta sfoglia già pronto e dividetelo in tanti triangoli; poi utilizzate 200 g di pezzetti di uova di cioccolato avanzato e sistemateli al centro di ogni triangolo. Arrotolateli, ripiegate leggermente verso l’intero le estremità e, con un pennello da cucina, coprite la superficie con un composto preparato con 50 ml di latte e 1 tuorlo; spolverizzate con lo zucchero di canna e sistemate i croissant su una leccarda rivestita di carta da forno; infornate a 180° per circa 25 minuti, sfornate, lasciate raffreddare i croissant su una gratella e serviteli: il loro inebriante profumo si diffonderà per tutta la casa!

*sopra i 3 anni