Come fare la torta mimosa

Galbani
Come fare la torta mimosa
Ogni anno, nel mese di marzo, i banconi delle pasticcerie si colorano di giallo ed emanano un profumo di crema e Pan di Spagna. Nasce nel 1962 un dolce buonissimo: la torta mimosa con cui l’8 marzo si celebra la festa della donna. Portata alle luci della ribalta durante un concorso di pasticceria, da allora ha calcato le scene per imporsi come speciale dessert ed è stato scelto come simbolo per omaggiare ogni anno tutte le donne in un giorno di festa, visti anche la sua forma e il suo colore che ricordano proprio il fiore della mimosa, giallo e spugnoso, allegro e colorato, che annuncia l’arrivo della primavera. Oggi vedremo insieme come preparare la torta mimosa e vi suggeriremo tutti i passaggi e i consigli che vi serviranno a portare in tavola un piccolo capolavoro che festeggi le donne di casa, e non solo.

Come fare una torta mimosa

Come fare una torta mimosa La mimosa è una torta composta da un soffice Pan di Spagna e da una golosa crema ed è presentata in maniera del tutto particolare grazie alla copertura fatta con tanti piccoli pezzi di Pan di Spagna sbriciolato che richiamano il fiore giallo. Un dessert divertente e facile da preparare, che si presta anche a deliziose varianti. Vediamo insieme come prepararlo per servire in tavola, nel giorno della festa della donna o in una domenica in famiglia, un dessert che piace sempre a tutti, grandi e piccini*.

Proprio per la sua presentazione, dovrete armarvi di pazienza e preparare ben due Pan di Spagna diversi: uno per comporre la torta e l’altro da sbriciolare per la copertura. Dovrete inoltre pensare alla crema che, unita alla panna montata, darà un risultato davvero goloso.

Per prima cosa, preparate l’impasto per il Pan di Spagna e dividetelo in due teglie che infornerete insieme. Una volta pronti, trasferirete i due Pan di Spagna su una gratella e lasciateli raffreddare completamente prima di sformarli e utilizzarli per la composizione del dolce.

Vi suggeriamo dosi e procedimento per preparare un Pan di Spagna perfetto per la torta mimosa. Vi serviranno: 10 uova; 600 g di zucchero semolato; 600 g di farina; 200 ml di latte; 10 g di lievito in polvere; 1 limone; 1 busta di vanillina.

Separate i tuorli dagli albumi e, in una ciotola capiente, montate questi ultimi a neve ben ferma con metà dello zucchero, usando le fruste elettriche. In una ciotola a parte, montate i tuorli con lo zucchero rimasto, quindi unite molto delicatamente i due composti. Setacciate la farina con il lievito, amalgamate bene con una spatola, mescolando dal basso verso l’alto e unite a filo anche il latte e il succo di limone. Versate il composto in due stampi separati, precedentemente imburrati e rivestiti di carta da forno. Fate cuocere in forno statico a 180° per 35-40 minuti, sfornate i due Pan di Spagna, lasciateli raffreddare su una gratella, quindi sformateli ed eliminate la carta forno.

Una volta pronti, sistemate il primo Pan di Spagna su una spianatoia ed eliminate la parte esterna più scura, partendo dai bordi fino a tutta la parte superiore.

Con un coltello dalla lama lunga e seghettata, tagliatelo per il verso orizzontale, ruotandolo contemporaneamente. Dovete ricavare tre dischi uguali. Mettete la base su un vassoio rotondo e bagnatela con la bagna che avrete precedentemente preparato e lasciato raffreddare. Stando alla ricetta classica, la bagna per la torta mimosa è a base di liquore, ma nulla vi vieta di bagnare la torta semplicemente con il latte, soprattutto se a tavola vi sono bambini*, oppure con il succo d’arancia.

Se volete preparare la bagna classica, vi serviranno: 1 bicchiere d’acqua; 70 g di zucchero; 70 ml di liquore. Versate tutti gli ingredienti in un pentolino e scaldate a fuoco basso fino a quando lo zucchero non si sarà completamente sciolto. Trasferitelo in una piccola brocca e lasciatelo raffreddare. Una volta pronto, immergetevi un pennello da cucina in silicone e bagnate delicatamente la torta, avendo cura di non inumidirla troppo. Spalmate un primo strato con una parte della crema e coprite con il secondo disco di Pan di Spagna, sempre leggermente bagnato con la bagna al liquore. Spalmate con altra crema e coprite con l’ultimo disco, bagnandolo e coprendolo con la crema rimasta, livellandola bene con una spatola, facendo attenzione a ricoprire interamente anche i bordi. Una volta farciti i tre strati e terminata la prima parte della composizione della torta, spostatela e dedicatevi alla preparazione del secondo Pan di Spagna che diventerà la copertura della vostra torta mimosa.

*sopra i 3 anni

Come fare la crema per la torta mimosa

Come fare la crema per la torta mimosa La torta mimosa può essere farcita con una crema pasticcera o, come suggerisce la ricetta tipica, con una crema chantilly che nasce dall’unione di una semplice crema pasticcera con la panna montata e lavorata con lo zucchero a velo e la vaniglia.

Per prima cosa, dedicatevi alla preparazione della crema pasticcera. Vi serviranno: 1 l di latte intero; 6 tuorli; 100 g di farina; 240 g di zucchero; 1 limone. Versate il latte in una casseruola dal fondo spesso, aggiungete la buccia del limone e fatelo scaldare dolcemente a fuoco basso. Nel frattempo, mettete nella ciotola di una planetaria i tuorli e lo zucchero e cominciate a montare; una volta che il composto diventa chiaro e spumoso, aggiungete anche la farina. Continuate a mescolare con la frusta e quando gli ingredienti si saranno amalgamati in un composto omogeneo, staccate la ciotola dal robot e versatevi a filo la metà del latte caldo; mescolate subito con una frusta a mano per evitare la formazione di grumi e, una volta ottenuta una crema liquida e liscia, versate il resto del latte, eliminando la buccia del limone. Rimettete tutto nella casseruola sul fuoco e continuate a mescolare fino ad ottenere la giusta densità. A fine cottura, togliete la casseruola dai fornelli, coprite la crema adagiando sulla superficie un foglio di pellicola trasparente e portate la crema a temperatura ambiente.

Nel frattempo, lavorate 250 ml di panna con un cucchiaio di zucchero a velo e i semi di vaniglia. Mettete il baccello su un tagliere, tagliatelo con un coltellino dalla lama affilata per il senso della lunghezza e con la punta prelevate i semini. Metteteli in una ciotola precedentemente messa in freezer per circa 15 minuti, e aggiungete la panna e lo zucchero. Montate con le fruste elettriche, anch’esse lasciate raffreddare in freezer per 15 minuti: è importante che gli strumenti siano freddi per permettere alla panna di montare meglio. Una volta che la panna è pronta e la crema pasticcera si è del tutto raffreddata, unite i due composti aggiungendo la panna montata alla crema, aiutandovi con una spatola e mescolando dal basso verso l’alto molto delicatamente. Otterrete così la crema chantilly, un composto morbido e cremoso, perfetto per la farcitura della vostra torta mimosa, oltre che per altre preparazioni di pasticceria.

Per una variante gustosa e originale, potete preparare anche una farcitura a base di mascarpone, come in questa ricetta che vi proponiamo e che aggiunge anche canditi d’arancia a cubetti e gocce di cioccolato fondente.

Come fare la copertura per la torta mimosa

Come fare la copertura per la torta mimosa Una volta farcito il primo, mettete sulla spianatoia il secondo Pan di Spagna, privato anch’esso della parte esterna più scura. Tagliatelo a fette e riducete ogni fetta in tanti piccoli cubetti. Con le mani o con un cucchiaio, distribuite delicatamente i cubetti sulla torta farcita internamente e coperta dalla crema su tutta la superficie esterna. Lasciatela riposare in frigorifero per 1 ora circa e servitela con una generosa spolverizzata di zucchero a velo.

Esiste anche un altro metodo per comporre la mimosa, a voi la scelta. In questo caso, però, dovrete preparare un unico Pan di Spagna. Questa preparazione non prevede di ricoprire la torta con cubetti regolari come quelli creati nel procedimento precedente, ma con una pioggia di molliche di Pan di Spagna che pure daranno perfettamente l’effetto del fiore di mimosa.

Per prima cosa, eliminate la calotta superiore e svuotate la base con le mani, usando molta delicatezza. Trasferite tutta la mollica in una ciotola perché sarà la parte gialla che vi servirà per la copertura del fiore.

Una volta terminata questa operazione, dovete riempire la torta con una parte della crema preparata, chiudere con la calotta precedentemente tagliata e spennellata con la bagna, poi, con l’aiuto di una spatola, ricoprire delicatamente tutta la torta (bordi compresi) con la crema rimasta. A questo punto, prendete con le mani le molliche di Pan di Spagna messe da parte e cominciate a ricoprire tutta la torta. La torta mimosa ha bisogno di un riposo in frigorifero di almeno 1 ora prima di essere servita. Toglietela dal frigo 15 minuti prima di portarla in tavola così da gustarla al meglio.

Come fare la torta mimosa all’ananas

Come fare la torta mimosa all’ananas Spesso capita di bagnare il Pan di Spagna per le feste di compleanno dei bambini* con lo sciroppo d’ananas perché questo frutto esotico cosi succoso e gustoso, si lega bene con il sapore della crema pasticcera, meglio se profumata con limone e vaniglia. Inoltre, vi è una versione molto golosa della torta mimosa: si tratta di una ricetta che unisce agli ingredienti classici anche pezzettini di ananas. Noi vi consigliamo di sbucciare il frutto, affettarlo e lasciarlo macerare nello zucchero per ricavarne lo sciroppo ed utilizzare entrambi nella preparazione.

Per prima cosa, preparate un Pan di Spagna per cui vi serviranno: 300 g di farina; 250 g di zucchero semolato; 6 uova; 25 g di burro; ½ limone; 1 baccello di vaniglia. Sgusciate le uova e mettete i tuorli nella ciotola di una planetaria con i semi ricavati dal baccello di vaniglia; aggiungete lo zucchero e montate fino ad ottenere un composto spumoso, ci vorranno all’incirca 7-8 minuti. Nel frattempo, in una ciotola, montate a neve gli albumi con le fruste elettriche con un pizzico di sale. Una volta pronti, unite i due composti molto delicatamente, utilizzando una spatola e sempre mescolando dal basso verso l’alto. Unite anche la farina, un cucchiaio alla volta, insieme alla scorza grattugiata del limone e al burro che avrete fatto sciogliere in un pentolino. Continuate a mescolare delicatamente fino ad ottenere un composto sodo e omogeneo e versatelo in uno stampo precedentemente imburrato e infarinato. Cuocete in forno a 180° per 35-40 minuti, quindi sfornate il Pan di Spagna e lasciatelo raffreddare su una gratella. Nel frattempo, preparate la crema per la farcitura della torta mimosa. Vi serviranno: 6 tuorli; 300 ml di latte; 300 ml di panna; 1 baccello di vaniglia; 1 limone; 6 tuorli d’uovo; 80 g di zucchero semolato. Per prima cosa, scaldate il latte con i semini del baccello di vaniglia e la scorza di limone in una casseruola e, nel frattempo, montate nella ciotola di una planetaria i tuorli con lo zucchero. Una volta ottenuto un composto chiaro e omogeneo, aggiungete la farina setacciata e continuate a mescolare. Eliminate la scorza di limone e versate una metà del latte a filo nella ciotola; staccatela dal robot e mescolate con una frusta a mano per evitare la formazione di grumi. Aggiungete il latte rimasto e rimettete tutto nella casseruola. Cuocete, mescolando, fino ad ottenere la giusta consistenza, coprite con la pellicola trasparente e lasciate raffreddare la crema. Intanto, montate 250 ml di panna fredda con un cucchiaio di zucchero a velo e, una volta che la crema si è raffreddata del tutto, amalgamate i due composti aiutandovi con una spatola, mescolando dal basso verso l’alto. Tagliate a dadini un ananas intero, mescolate i pezzettini di frutta alla crema e lasciate riposare in frigorifero.

Mettete il Pan di Spagna su un tagliere e con un coltello dalla lama lunga e seghettata eliminate la parte superiore. Scavate con le mani l’interno della base e mettete da parte la mollica. Bagnate il fondo e i bordi con una bagna preparata scaldando in un pentolino 100 ml di acqua, 25 ml di rum e 50 g di zucchero a velo e coprite con la crema all’ananas. Bagnate anche la parte superiore che avete tagliato e coprite la torta. Spalmate la crema sulla superficie e sui bordi della mimosa e cospargetela con la mollica messa da parte. Decorate con una rondella di ananas e mettete al centro un ciuffo di menta con il fiore.

Se preparate la vostra mimosa all’ananas per la festa di compleanno dei vostri bambini*, potete sostituire la bagna al rum con una composta da acqua e sciroppo di ananas. Prima di unirlo alla crema, fate macerare l'ananas a pezzettini in una ciotola con lo zucchero; filtrate lo sciroppo, versatelo in un pentolino con 2 cucchiai di acqua e scaldatelo per qualche minuto.

La torta mimosa all’ananas si può anche preparare con una crema a base di mascarpone, come in questa ricetta che vi suggeriamo di provare così ogni anno porterete in tavola un dolce tradizionale ma sempre diverso e buonissimo.

Oltre alla torta mimosa all’ananas, vi sono altre ricette di questa dolce bontà e noi vi proponiamo una versione allegra che aggiunge fragole e yogurt per un dessert dal sapore davvero delicato. Se avete preparato un pranzo all’aperto, questo è il dolce che concluderà degnamente il vostro menù. Per prima cosa, dedicatevi alla farcitura per cui vi serviranno: 300 g di yogurt naturale; 300 ml di panna; 100 g di zucchero; 40 ml di latte; 10 g di gelatina alimentare in fogli.

In una ciotola, ammollate in acqua fredda la gelatina e, in una terrina a parte, montate parzialmente la panna. Scaldate il latte in un pentolino, unite lo zucchero e fatelo sciogliere. Aggiungete anche la gelatina strizzata, mescolate fino a quando si sarà sciolta e lasciate intiepidire. Aggiungete lo yogurt al latte, mescolate e unite anche la panna semi montata. Amalgamate bene e mettete in frigorifero per almeno 4 ore a riposare. Nel frattempo, preparate il Pan di Spagna. Lavorate a lungo 5 uova con 125 g di zucchero nella ciotola di una planetaria. Una volta ottenuto un composto chiaro e molto spumoso, setacciate 100 g di farina con 25 g di fecola e unitele delicatamente, mescolando dal basso verso l’alto con una spatola. Una volta pronto, versate l’impasto in una tortiera precedentemente unta con il burro e infarinata; infornate a 180° per 20 minuti circa. Sfornatelo e lasciatelo raffreddare su una gratella; nel frattempo tagliate 4 cestini di fragole a dadini regolari. Sformate e ritagliate con un anello di 18 cm di diametro il cuore del Pan di Spagna; tagliate a cubetti i ritagli del Pan di Spagna e uniteli ai dadini di fragola che serviranno per la decorazione. Dividete delicatamente in due parti il Pan di Spagna con un coltello dalla lama lunga e seghettata, farcitelo con una parte della crema e con quella che avanza spalmate tutto l’esterno della torta. Completate infine con il mix di dadini, facendoli aderire delicatamente alla crema. Lasciate rassodare per 30 minuti circa in frigorifero e servite, riportando la torta a temperatura ambiente. E se la classica torta mimosa arriva in tavola per festeggiare le donne, questa nuova versione potrebbe diventare uno dei dessert ideali da mangiare in famiglia in occasione del pranzo della festa della mamma, insieme a dolci crostate.

E per gli amanti della crostata, dolce di tradizione familiare per eccellenza, la versione della torta mimosa su base di pasta frolla è davvero imperdibile. Preparerete un guscio di pasta da cuocere in forno con la cottura cieca e lo riempirete con la crema chantilly o con la crema all’ananas, in base ai vostri gusti. Per prima cosa, preparate un Pan di Spagna, sformatelo, lasciatelo raffreddare. Privatelo della parte scura esterna, tagliatelo a fettine, riducetele in tanti piccoli cubetti, possibilmente tutti uguali e metteteli da parte.

Per la frolla dolce vi serviranno: 250 g di farina 00; 125 g di burro; 70 g di zucchero; 2 tuorli d’uovo; ½ limone. Setacciate la farina su una spianatoia e mescolatela con il sale, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone. Formate una fontana e mettete al centro il burro ammorbidito tagliato a pezzetti, i tuorli d’uovo e due cucchiai di acqua ghiacciata. Lavorate gli ingredienti con la punta delle dita fino ad ottenere delle grosse briciole; quindi formate velocemente una palla e avvolgetela in un foglio di pellicola trasparente; mettetela a riposare nella parte meno fredda del frigorifero per 30 minuti e portatela a temperatura ambiente prima di utilizzarla. Stendetela sulla spianatoia infarinata con il mattarello, trascinatela su un foglio di carta da forno e mettetela nella teglia. Ritagliate i bordi e coprite la base con la carta da forno e due cucchiai di ceci secchi; infornate a 150° per 30 minuti, quindi sfornate, eliminate i ceci e la carta e proseguite la cottura per altri 7 minuti. Farcite il guscio con la crema chantilly o la crema all’ananas. Prendete i dadini di Pan di Spagna e coprite la torta, cercando di creare una montagna gialla molto scenografica, decoratela a piacere e servite la vostra crostata mimosa a temperatura ambiente, spolverizzata con lo zucchero a velo.

E se proprio volete sbizzarrirvi, potete preparare il Pan di Spagna classico per la torta mimosa, versarlo nei pirottini da muffin e comporre piccolissime mimose monoporzione da regalare alle colleghe in ufficio o da servire alle amiche per un tè pomeridiano, anche se non è l’8 marzo! Preparate il Pan di Spagna, versatelo in 12 pirottini sistemati negli stampi da muffin e infornate. Nel frattempo, preparate la crema e mettetela da parte. Sfornate i muffin, lasciateli raffreddare completamente, privateli della parte superiore più gonfia e scavateli leggermente. Tritatela in un mixer fino ad ottenere delle briciole molto piccole. Coprite i muffin con la crema e spolverizzate con il Pan di Spagna sbriciolato. Spolverizzate con abbondante zucchero a velo e servite i vostri muffin mimosa.

*sopra i 3 anni