Come fare il gelato

Galbani
Come fare il gelato
Che bontà il gelato, piace a grandi e bambini*. Del resto, è possibile scegliere tra talmente tanti gusti che è davvero difficile non riuscire a non amarne almeno uno. E se fosse possibile prepararlo in casa usando gli ingredienti da noi selezionati, tutte le volte che vogliamo, non sarebbe bellissimo?
Vi sveliamo un piccolo segreto: continuando a leggere l’articolo vi diremo come prepararlo seguendo diverse tecniche.
Vi confideremo persino come preparare la torta gelato e il gelato fritto.
Iniziamo.

*sopra i 3 anni

Come fare il gelato in casa

Come fare il gelato in casa Alzi la mano chi non ha mai pensato di gustare un gelato fatto in casa, magari usando quella bella frutta fresca di stagione che il vostro vicino di casa vi ha regalato; oppure provando a usare quel cioccolato fondente che a voi piace tanto e accompagnarlo con dei biscotti di pasticceria secca; o aromatizzando il gelato con i liquori che preferite.

Fare il gelato in casa non è difficile, pian piano vi spiegheremo le diverse tecniche che vi consentiranno di realizzarlo, con o senza gelatiera.
Mettiamoci al lavoro, prima si comincia e prima potremo tuffare il cucchiaio in una morbida e fresca crema alla stracciatella.

Diciamoci la verità, il metodo più semplice per realizzare il gelato è usando una gelatiera.
Se non ne avete ancora una ma state pensando di acquistarla, occorre dire che in commercio esistono diverse tipologie: a manovella, ad accumulo e auto refrigeranti. La gelatiera a manovella è più piccola e compatta, ha un prezzo più accessibile e funziona con l’azione della vostra forza; per refrigerarla occorre inserire ghiaccio e sale tra i due cestelli.
La gelatiera ad accumulo ha un prezzo di fascia media, per refrigerarla occorre posizionare il cestello nel congelatore per 12-24 ore (questo significa che tra un utilizzo e l’altro dovrete aspettare questo lasso di tempo, e non potrete preparare più gusti in poco tempo).
Quella auto refrigerante (o con compressore) ha un costo più elevato, è più ingombrante ma ha il vantaggio di refrigerarsi senza l’ausilio del freezer, mantenendo così anche una temperatura costante durante la lavorazione e permettendovi di produrre il gelato in tempi più veloci.
Questa veloce panoramica è utile per capire che il procedimento può non essere totalmente uguale per qualsiasi tipo di macchinario poiché, come abbiamo visto, alcuni modelli hanno bisogno di attenzioni preliminari.

Per quanto riguarda la preparazione degli ingredienti il procedimento è lo stesso; vediamolo più da vicino.
Preparate tutti gli ingredienti, quindi pesateli, lavate e tagliate la frutta a tocchetti, preparate anche la granella, ad esempio per il gelato alla nocciola, oppure tritate il cioccolato se state preparando la stracciatela o ancora, preparate il caffè.
Se state organizzando gli ingredienti per un gelato al cioccolato ricordate che questo deve prima essere fuso. Quando i componenti saranno pronti potrete passare alla fase della miscelazione.
Il gelato alla crema, quindi con uova ma anche quelli con cioccolato fuso, richiedono una miscelazione a caldo; mentre altri gusti si preparano a freddo. Quale che sia il metodo che dovrete usare fate attenzione che il composto sia ben omogeneo e gli ingredienti come lo zucchero, siano totalmente sciolti, così da ottenere una mantecazione perfetta.
La mantecazione è la fase più importante. Attenzione: prima di avventurarvi in questa fase controllate che gli ingredienti caldi si siano totalmente raffreddati, magari dopo averli lasciati per qualche ora in frigo, riposti in un contenitore con coperchio.
Quando siete certi che la vostra miscela sia pronta, versate il composto nella gelatiera e la mantecazione ha inizio. La durata di questa fase dipende dal tipo di composto, per i sorbetti e le granite occorrono circa 20 minuti, mentre per i gelati ci vogliono 40 minuti.

È molto facile, vero? Ma se non avete una gelatiera non dovete scoraggiarvi, perché è possibile preparare un gustoso gelato facendone anche a meno. Come? Continuate a leggere e ve lo diremo.

Come fare il gelato alla frutta

Come fare il gelato alla frutta Il gelato è sicuramente uno dei dolci preferiti da gustare alla fine di un pranzo, ma anche per una sfiziosa merenda, i bambini* lo adorano. Durante le giornate calde estive poi, cosa c’è di meglio di un bel gelato alla frutta?

E allora, mettiamoci al lavoro e prepariamo un buon gelato con i frutti che preferite, ad esempio i mirtilli.
Per 1 kg di gelato vi occorreranno: 500 ml di latte intero; 500 g di mirtilli (o altra frutta, per esempio le fragole); 150 g di zucchero; 100 g di panna fresca liquida; 2 albumi.
Cominciate lavando la frutta che dovrà essere pulita, eventualmente tagliata a tocchetti e passata nel frullatore. Una volta ottenuta la polpa, filtratela con un colino e tenetela da parte.
Passiamo adesso alla preparazione della crema: in una terrina capiente aggiungete il latte e lo zucchero e lasciate cuocere a fuoco basso per massimo due minuti (il tempo di far sciogliere il dolcificante).
In una ciotola, montate leggermente la panna con il burro aiutandovi con una frusta e aggiungete questo composto alla terrina con il latte e lo zucchero disciolto.
Lasciate cuocere, l’ideale sarebbe avere un termometro per essere sicuri che il composto abbia raggiunto 85°. Toglietelo dal fuoco e trasferitelo in una ciotola che a sua volta, dovrà essere posizionata all’interno di una ciotola più grande, contenente acqua e ghiaccio. Terminata la fase di raffreddamento aggiungete la frutta e amalgamate bene. Otterrete un composto liquido, che dovrete trasferire nella gelatiera. Adesso aspettate che avvenga la mantecazione, ci vorranno una quarantina di minuti. Il gelato sarà pronto quando avrà una consistenza cremosa ma allo stesso tempo, soda.
Siete quindi pronti per trasferirlo nelle coppette e gustarlo.

Provate a utilizzare questo piccolo apparecchio anche per preparare il frozen yogurt una merenda fresca e golosa, da gustare quando fuori fa caldo, magari con dei cereali, oppure una banana tagliata a rondelle o ricoperto di cacao amaro in polvere.

Se non avete la gelatiera non preoccupatevi: stiamo per raccontarvi come preparare il gelato senza usare questo elettrodomestico.

*sopra i 3 anni

Come fare il gelato senza gelatiera

Come fare il gelato senza gelatiera Se non avete una gelatiera ma siete ugualmente determinati a preparare questo delizioso dolce non temete e non demordete, perché si può fare ed è molto più semplice di quanto si possa immaginare.

Per preparare il gelato al gusto fiordilatte e ottenere circa 1 kg di prodotto vi occorrono: 500 ml di panna; 500 ml di latte intero; 350 g di zucchero semolato.

Prima di cominciare, procuratevi un contenitore abbastanza grande e con chiusura ermetica che dovrà andare nel freezer e racchiudere il gelato.
Iniziate versando il latte, la panna e lo zucchero all’interno di un pentolino. Cuocete a fuoco lento per qualche minuto, il tempo di far sciogliere lo zucchero. Lasciate raffreddare il composto a temperatura ambiente e poi riponetelo in frigorifero per almeno un’ora.
Quando l’amalgama sarà ben fredda estraetela dal frigorifero e lavoratela con un frullatore a immersione oppure con delle fruste elettriche, vedrete che poco a poco la superficie diventerà spumosa.
Trasferite il composto all’interno della ciotola che avete riposto in congelatore e rimettete il tutto nuovamente nel freezer per circa 6 ore. Per evitare la formazione di cristalli di ghiaccio, mescolate la crema ogni 30 minuti.
Indicativamente, dopo 6 ore il vostro gelato dovrebbe essere pronto, ma questa tempistica varia in base al freezer. Potrete gustarlo quando non sarà più troppo morbido e cremoso.

Il gelato al fiordilatte può diventare anche un gelato alla frutta, basta aggiungere quella che preferite, dopo averla frullata. Se avete un buon robot da cucina, con lame resistenti, potete anche lavare e tagliare la frutta, congelarla e poi frullarla. Oppure, potete aromatizzarlo maggiormente aggiungendo un po’ di vaniglia.

In linea di massima potete seguire qualsiasi ricetta per fare il gelato, anche quelle che contemplano l’uso della gelatiera. Del resto, come abbiamo accennato precedentemente, il processo per preparare gli ingredienti è lo stesso. Preparate quindi il composto seguendo la ricetta che preferite e trasferitelo in un contenitore basso, tenuto in congelatore per diverse ore (magari anche 24 ore). Ogni 30 minuti lavorate il composto con delle fruste e riponetelo di nuovo nel freezer, fin quando non otterrete la giusta consistenza.

Visto? È molto semplice.

Ma c’è ancora qualche tecnica per preparare il gelato senza gelatiera che vale la pena conoscere.
Una di questa consiste nel congelare la crema composta da latte e panna in un contenitore per cubetti di ghiaccio, e poi tritarla.
Creare piccole porzioni è indispensabile per poter poi frullare senza troppi problemi ed è per questo che il contenitore per il ghiaccio si dimostra utile.
Volete provare?
Bene, avrete bisogno di: 250 ml di panna liquida; 300 ml di latte scremato; la frutta fresca che preferite; una vaschetta per il ghiaccio.
Iniziamo con la preparazione.
Versate in una ciotola la panna fresca e il latte e amalgamateli bene. Con l’aiuto di un cucchiaio trasferite il composto all’interno delle formine per il ghiaccio e lasciate congelare in freezer.
Intanto, lavate la frutta e tagliatela a pezzetti, frullatela e tenetela da parte in frigorifero.
Quando il composto di panna e latte sarà totalmente congelato frullate i cubetti e aggiungete la frutta. Ecco fatto, il gelato è pronto!

Un’altra variante utilizza due sacchetti per il freezer di dimensioni diverse. Nel più piccolo (da 1 litro) andrete a versare il composto per il gelato, seguendo la ricetta che preferite. Nel sacchetto più grande (dovrà essere da 4 litri), invece riponete circa 2 litri di ghiaccio e del sale grosso (o salgemma). Chiudete ermeticamente il sacchetto con il preparato, attenzione questa fase è semplice ma anche fondamentale, bisogna essere certi che il sacchetto sia ben chiuso, altrimenti si rischia di compromettere la riuscita e il sapore del gelato.
Adesso arriva il punto più importante, che alcuni trovano divertente altri un po’ meno: occorre agitare i sacchetti e massaggiarli per una ventina di minuti. Per questa operazione vi consigliamo di usare uno strofinaccio o un asciugamano, ma anche dei guanti andranno bene, altrimenti rischiate di congelarvi le mani. Una volta che il gelato sarà pronto potrete mangiarlo oppure trasferirlo in un contenitore da riporre in congelatore. Noi vi consigliamo di mangiarlo, chissà che bontà!

Come abbiamo visto la gelatiera non è essenziale, per quanto comoda. Possiamo realizzare un buon gelato anche usando piccoli elettrodomestici come un buon frullatore, una frusta elettrica o un robot da cucina.
Ma c’è un altro metodo per poter preparare il gelato in casa: se avete un estrattore è arrivato il momento di usarlo per un scopo diverso dal solito.
Continuate a leggerci, vi piacerà.

Come fare il gelato con l'estrattore

Come fare il gelato con l'estrattore L’estrattore è un piccolo elettrodomestico che consente di creare principalmente dei succhi di frutta e di verdura in casa. Quello che non tutti sanno è che può essere usato anche per creare dei deliziosi gelati artigianali, utilizzando la frutta, come le banane, le pesche, le arance di Sicilia o quello che preferite.

Immaginate di voler preparare un gelato fresco alla fragola, magari da gustare a colazione. Tutto quello che dovete fare è sciogliere un po’ di miele con del succo di limone. Tagliate le fragole a pezzetti, dopo averle lavate, riponetele in un contenitore con coperchio e aggiungete la miscela di miele con succo di limone. Riponete in congelatore per l’intera notte.
Il giorno dopo, prendete il vostro bel rettangolo congelato e con l’aiuto di un coltello ricavate dei cubetti.
E adesso siamo arrivati al momento in cui la magia ha inizio: preparate l’estrattore con il filtro cieco, posizionate la ciotolina all’uscita e, poco a poco, inserite i cubetti ghiacciati. Vedrete che la ciotola si riempirà immediatamente di gelato, man mano che inserirete i cubetti. La consistenza è molto simile a quella di un sorbetto e potrete decorarlo con dei biscotti, delle foglioline di menta, una granella di pistacchio o ancora dei cereali. Insomma, via libera alla fantasia.
Visto? È davvero semplicissimo.

Come fare il gelato senza panna

Come fare il gelato senza panna Capita anche a voi di venire travolti dalla forte voglia di preparare qualcosa di dolce e scoprire di non avere tutti gli ingredienti?

Fortunatamente, c’è quasi sempre un modo per sostituire un elemento oppure c’è la possibilità di ometterlo.
Ecco, per preparare il gelato artigianale in casa ad esempio, non occorre necessariamente utilizzare la panna. E il risultato è buono, vi sembrerà di gustare una coppetta presa in gelateria.
Inoltre, il sapore e la consistenza risulteranno anche più leggeri.
Se vi sentite un po’ scettici, provate a realizzare questo gelato al limone, da servire anche come dessert alla fine di un pasto oppure come sostituto del sorbetto, tra una portata e l’altra.
Gli ingredienti sono molto semplici, probabilmente li avete già in casa e non aspettano altro che essere lavorati per creare un buon gelato.
Quindi, vi serviranno: 4 vasetti di yogurt; 120 g di zucchero; 150 ml di acqua; 200 ml di latte intero; il succo e la scorza di 3 limoni non trattati; foglioline di menta.
Cominciamo!
Ponete in un pentolino l’acqua con lo zucchero, lasciate cuocere a fuoco lento fino a quando non otterrete uno sciroppo denso. Lasciatelo quindi raffreddare e poi riponetelo nel congelatore.
In una ciotola abbastanza grande amalgamate lo yogurt con il latte, aggiungete il succo e la scorza di limone grattugiata e mescolate accuratamente. È arrivato il momento di unire anche lo sciroppo che avevate riposto nel freezer; amalgamate bene il tutto e trasferite il composto nella gelatiera, oppure proseguite secondo uno dei metodi di cui vi abbiamo parlato poco fa. Servite il gelato al limone nelle coppette e decorate con le foglioline di menta.

È possibile creare gelati senza panna anche alla crema, come il classico fiordilatte che potrete personalizzare aggiungendo gli ingredienti che preferite oppure gustare con un topping di glassa al cioccolato.
Gli ingredienti sono: 4 vasetti di yogurt; 200 ml di latte; 30 g di zucchero; 1 bacca di vaniglia.
Prendete una terrina e versate il latte con lo zucchero e la bacca di vaniglia. Portate a ebollizione, su fiamma dolce. Lasciate raffreddare, eliminate la bacca. Unite lo yogurt e riponete la ciotola in frigorifero per 2 ore. Trascorso questo tempo potete decidere di procedere utilizzando la gelatiera oppure di proseguire seguendo le alternative già proposte precedentemente.

Che ne dite, avete voglia di preparare anche un buon gelato al cioccolato, senza panna?
Ecco a voi gli ingredienti e la ricetta: 1 vasetto di Yogurt Intero Galbani; 250 ml di latte fresco intero; 140 g di zucchero; 1 cucchiaino di miele; 1 tuorlo; 15 g di cacao amaro; 20 g di amido di mais; 50 gr di cioccolato fondente.
Fate riscaldare il latte in un pentolino.
In una ciotola, create un composto spumoso montando le uova con lo zucchero e il miele. Aggiungete l’amido e il cacao, dopo averli setacciati e amalgamate bene il tutto. Versate gentilmente il latte caldo sul composto, a filo, continuando a mescolare.
Riportate il tutto sul fornello (basso), aggiungete il cioccolato tritato grossolanamente e continuate a mescolare, fin quando non otterrete la consistenza di una crema (ci vorranno circa 10-15 minuti). Se avete un termometro da cucina utilizzatelo e controllate che la temperatura sia tra gli 80° e gli 85°.
Lasciate raffreddare totalmente la crema e passatela in un contenitore tenuto nel congelatore per almeno 4 ore per poi ricollocarlo nel freezer, per proseguire con la lavorazione senza gelatiera, oppure nel cestello refrigerante di questo piccolo elettrodomestico.

Come fare una torta gelato

Come fare una torta gelato La torta gelato è uno dei dessert più apprezzati.

Vediamo un po’ di ricette, siamo sicuri che riusciranno a stimolarvi le idee, così da portare in tavola delle torte gustose.

Per la realizzazione di questa torta gelato potete utilizzare le creme gelato, al cioccolato e alla vaniglia, fatte in casa da voi, così potrete vantarvi di aver creato tutto con le vostre mani e caratterizzerete il risultato con i sapori che preferite.
In questa ricetta la torta viene composta all’interno di uno stampo da plumcake in cui si andranno ad alternare strati di cioccolato croccante con la cremosità del gelato. Le lastre si creano sciogliendo il cioccolato a bagnomaria, che andrà poi steso con l’aiuto di una spatola su un foglio di carta da forno, creando dei rettangoli dalla grandezza della teglia. Preparate 3 sfoglie e lasciatele congelare in frigo. Quando saranno pronte potrete cominciare ad assemblare la vostra torta gelato all’interno dello stampo, alternando: una lastra al cioccolato, uno strato di gelato alla vaniglia e si ripete dall’inizio, terminando con una lastra al cioccolato. Trasferite la teglia in congelatore. Adesso, frullate i biscotti e aggiungete il burro fuso e il cioccolato bianco, precedentemente sciolto. Mescolate bene il tutto e create una base su cui andrete a stendere il gelato al cioccolato e lasciate riposare nel congelatore per 4 ore. Servite poi con decorazione di scaglie di cioccolato bianco.

Un’altra torta gelato buonissima e semplice da preparare è il tronchetto al tiramisù. Il tronchetto è uno dei tipici dolci che vengono preparati per il pranzo di Natale o di Pasqua, e in questa ricetta incontra la crema del tiramisù e i savoiardi imbevuti in una miscela di caffè e liquore.
Questa variante va preparata il giorno precedente, perché necessita di un totale di 15 ore nel congelatore, dimostrandosi una ricetta adatta a chi cerca un dessert da preparare con anticipo.

Come fare il gelato fritto

Come fare il gelato fritto Il gelato fritto è un dessert che generalmente gustiamo alla fine di un pasto nei ristoranti cinesi che si trovano in Italia. È una preparazione molto particolare, che stupisce grandi e bambini*.

Affinché sia possibile friggere il gelato ci sono dei trucchi da seguire, come la congelazione delle palline di gelato, che vengono conservate a temperature più basse del normale.
Vengono poi ripassate nell’uovo, ricoperte di briciole di biscotti e da una pastella infine, fritte. Posso essere servite e decorate con creme e granella di cereali.
Per preparare il gelato fritto dovrete formare delle palline, avvolgerle nella pellicola e riporle nel congelatore abbassando la temperatura al minimo.
Nel frattempo, schiacciate le fette di pane per tramezzino nel senso della lunghezza, utilizzando un matterello; tagliatele a metà e avvolgetele intorno alle palline di gelato. Rivestite di nuovo il tutto con la pellicola e riponete nel congelatore per altri 10 minuti, sempre a temperatura molto bassa.
Preparate la pastella e sciogliete il burro in un pentolino.
Ripassate le palline nella pastella prima e nel burro poi, in modo che possano dorarsi su tutti i lati. Servite il gelato quando è ancora caldo.

Bene, vi abbiamo svelato molti dei segreti della preparazione artigianale del gelato in casa con frutta, nocciole e altre bontà. E adesso tocca a voi, da quale gusto inizierete?

*sopra i 3 anni