Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al suo funzionamento e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutto o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando qualunque suo elemento o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Torta Pasqualina

Secondi Piatti PT60M PT60M PT120M
  • 6 persone
  • Difficile
  • 120 minuti
Ingredienti:
  • 2 confezioni di pasta sfoglia rotonda 
  • 1 kg di bietola da taglio
  • 500 g di Ricotta Santa Lucia Galbani
  • 5 uova
  • ½ cipolla tritata
  • parmigiano grattugiato
  • olio extravergine d'oliva
  • poco Burro Santa Lucia Galbani
  • maggiorana
  • sale e pepe

presentazione:

La ricetta che vi consigliamo di preparare quest'oggi, la vera protagonista di questa pagina è la torta pasqualina, una preparazione che appartiene alla gastronomia ligure. Una delizia che fa parte dei piatti preparati per le feste tradizionali del periodo pasquale.

Il suo impasto di pasta sfoglia (i cui ingredienti principali sono farina e burro), che contiene un ricco ripieno di bietole, Ricotta Santa Lucia, uova, cipolla, maggiorana, pepe e parmigiano, funge da scrigno croccante e sfizioso.

Il tutto viene poi racchiuso all'interno di un secondo disco sempre realizzato da un leggero involucro di pasta sfoglia.
Nei ricettari la troviamo spesso anche con un ripieno di altre verdure; nello specifico con i carciofi. Ma bisogna precisare che questa variante è quella tradizionale genovese.

Una torta salata ideale da consumarsi anche fredda, una preparazione di grande effetto sia per la gola che per la vista.

Preparazione:

Per realizzare la torta pasqualina dovete prima di tutto mondare le bietole conservandone soltanto la parte verde.

Dopodiché, lavatele in abbondante acqua corrente, tagliatele a striscioline e scottatele per due o tre minuti in acqua salata portata a ebollizione.
Una volta scottate, scolatele e lasciatele raffreddare.

A questo punto, rosolate la cipolla in una padella con due cucchiai d'olio extravergine d'oliva.
Dunque, unitevi le bietole strizzate, poi fatele insaporire per qualche minuto.
Quando queste ultime saranno insaporite, mettetele dentro una ciotola e mescolatele insieme con la Ricotta Santa Lucia, il parmigiano, due uova sbattute, un cucchiaio di maggiorana, il sale (ne basta un pizzico) e il pepe.
Infine, amalgamate il tutto.

A operazione conclusa, ungete d'olio (o rivestite di carta forno) una tortiera a bordi alti e svasati di 22 centimetri di diametro, (se raddoppiate le dosi degli ingredienti raddoppiate anche i cm della tortiera).
Quindi infarinatela e foderatela con la sfoglia tonda precedentemente assottigliata con il mattarello. Lasciate che la pasta debordi un po'.
Versate al suo interno il ripieno preparato (se risulta troppo consistente ricordate di diluirlo con qualche cucchiaio di latte).
Dunque, a distanza regolare, con l'ausilio della forchetta, praticate tre fossette nel ripieno.
A questo punto, rompete le uova (è importate mettere sempre un uovo in ogni fossetta) e mettete al di sopra un fiocchetto di Burro Santa Lucia.

Concludete la vostra torta pasqualina preparando un altro disco di pasta e coprite il ripieno (stendete anche questo disco con l'ausilio del matterello). Quindi, chiudete la torta appena preparata usando i bordi del disco di sfoglia inferiore, cioè quello della base, e pigiandoli con quelli di quello messo a chiusura. Dopodiché, spennellate d’olio tutta la superficie della torta.

A questo punto, mettetela in forno preriscaldato a 180° e lasciatela cuocere per un’ora circa.
A cottura raggiunta, sfornatela, lasciatela riposare leggermente, poi sformatela dallo stampo. Una volta pronta servite la vostra torta pasqualina tiepida o fredda.

Curiosità:

È una torta salata cotta al forno e tipica della regione Liguria.

Tuttavia, questa preparazione culinaria viene realizzata in diverse varianti anche in altre regioni dello stivale. Ne è esempio la ricetta umbra, che apre il pasto della domenica di Resurrezione sostituendo il pane.

Anche quella di cui vi parliamo oggi è una ricetta che nasce come piatto tradizionale pasquale, tant'è vero che la leggenda narra che in passato le sfoglie che accoglievano il ripieno fossero in numero di trentatré come gli anni di Cristo.
Pare anche che esse venissero tutte sovrapposte, questo grazie all'abilità culinaria delle massaie.

I vostri commenti alla ricetta: Torta Pasqualina

yuri2011
al posto delle bietole metti i carciofi, divina :) ricorda la pasqua e l'inizio della bella stagione
rosinam
ideale per il giorno di pasquetta, da gustare su un prato con i bambini

Lascia un commento

Massimo 250 battute