Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al suo funzionamento e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutto o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando qualunque suo elemento o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Bagna cauda

Piatto Unico PT10M PT15M PT25M
  • 4 persone
  • Facile
  • 25 minuti
Ingredienti:
Per la bagna:
  • 200 g di filetti d'acciuga diliscati e dissalati
  • 200 g d'olio extravergine d'oliva
  • 70 g di Burro Santa Lucia Galbani
  • 5 spicchi d'aglio

Per intingere:
  • 200 g di cardi tagliati a pezzi
  • 200 g di peperoni crudi o arrostiti
  • 200 g foglie bianche di verza tagliate a julienne
  • 200 g di coste di sedano tagliate a pezzi
  • 200 g di finocchi tagliati a pezzi
  • 200 g di cavolfiore tenero ridotto in cimette
  • 200 g di topinambur pelati e affettati sottilmente

Vi proponiamo di realizzare una specialità della gastronomia piemontese che si prepara soprattutto nel periodo della vendemmia.
La ricetta odierna è quella di una salsa calda: la bagna cauda (in piemontese “bagna” significa intingolo e “cauda” significa calda).

Una delle leggende che circondano questa salsa vuole che la pietanza venisse preparata per ricompensare i vendemmiatori dalle fatiche della giornata lavorativa.
Questo preparato è la combinazione di olio extravergine d'oliva, aglio, burro, acciughe e, a piacere, tartufi.

Alcune volte, tuttavia, troviamo anche la presenza, tra gli ingredienti, di un'altra componente: la panna, impiegata più che altro per ingentilire la salsa, in modo da attenuare il gusto forte dell'aglio.
Si possono aggiungere anche latte, burro e noci tritate.
La salsa viene in genere messa al centro della tavola, sopra un apposito fornello chiamato “dian”.
Al suo interno si immergono ortaggi sia cotti che crudi.
Assaporarli in questo modo sarà davvero una delizia!

Preparazione:

Per realizzare la bagna cauda dovete prima di tutto far sciogliere il Burro Santa Lucia nel recipiente di terracotta messo sul fornello acceso a calore molto dolce.
Dopodiché, unite l'aglio tagliato a fettine molto sottili. Quindi, lasciate che le fettine d'aglio si sfacciano molto lentamente senza mai colorire.
Una volta sfatte, versate dentro il tegame i filetti d'acciuga diliscati e dissalati in precedenza; dunque, unite anche l'olio extravergine d'oliva. Rimescolate il tutto con l'ausilio di un cucchiaio di legno.
A questo punto lasciate che le acciughe si sciolgano amalgamandosi al condimento, che dovrà sobbollire per una decina di minuti.

Una volta che la salsetta sarà legata, procedete a rimescolare bene il tutto.
A questo punto presentate in tavola la vostra bagna cauda, mettendo il tegame nell'apposito fornellino.
Contemporaneamente servite ben presentati in ciotole differenti i diversi tipi di verdura.
Fate in modo che ogni commensale possa servirsi a piacere, intingendo l'alimento prescelto nella salsa calda.

I vostri commenti alla ricetta: Bagna cauda

Lascia un commento

Massimo 250 battute